Lettera del revisionista tedesco Axel Moller, internato per leso olocausto

Published: 2012-10-01

Lettera da un lager sterminazionista del revisionista tedesco Axel Möller, internato dopo una condanna a 30 mesi di prigione per leso olocau$to ebraico e detenuto dal 7 Dicembre 2011. ( Ricevuta il 19/10/2012 ) Signora, Signore “ Bocage” mi ha pregato in questi ultimi giorni di scrivere alcune righe sulla mia situazione attuale in prigione, una richiesta a cui rispondo tanto più volentieri perchè mi permette di esprimere la mia gratitudine per le numerose lettere e gli auguri che ho già ricevuto dalla Francia dopo l'inizio della mia incarcerazione. A proposito della mia stuazione attuale: la mia vita in prigione non è certo confortevole, ma è , diciamo, sopportabile. Dopo alcune settimane mi è stato anche permesso di far arrivare alcuni libri della mia libreria personale. E' un autentico addolcimento tanto più che non sempre mi è permesso di acquistare dei libri o di farmene inviare da amici o sostenitori; dato che la biblioteca della prigione è veramente poco “ entusiasmante “. Resta il fatto che sono risultato meno vincitore d'una gara giuridica con la direzione della prigione che rifiutava che io potessi ricevere “ Der Junge Freiheit”, un settimanale di tendenza conservatrice che non è radicale né estremista. E' interessante notare che non incontrerei il minimo problema se volessi abbonarmi ad un qualunque giornale di estrema sinistra , anche se si trattasse d'una pubblicazione sottoposta alla sorveglianza della direzione della sicurezza territoriale ( Verfassungsschutz ). Si è evidentemente molto meno generosi con la stampa nazionale. Ho ricevuto qualche gorno fa l'annuncio di un nuovo atto d'accusa. Esso non comporta meno di 17 capi d'accusa. Si tratta per la maggior parte di essi di lettere o commenti di lettori per la cui diffusione mi si ritiene responsabile. Nello stesso tempo ci si dice sconcertati per due o tre articoli a sfondo storico che, per non essere politically correct, avrebbero particolarmente turbato il Consiglio centrale degli ebrei di Germania o altri organismi affini. Dato che oggi, come sempre, rimango un soggetto impossibile da emendare e che non ho l'intenzione di rispondere in qualunque modo ai desderata del Sistema, ci si deve aspettare una condanna. Non posso che speculare sulla pena che mi sarà inflitta, ma penso che quindi la durata della mia detenzione non potrà, per lo meno, beneficiare d'una qualche riduzione. Ma nessuna preoccupazione: anche questo saprò sopportarlo. Da notare che la censura esercitata sulla mia corrispondenza è stata tolta il 12 settembre 2012, almeno provvisoriamente. La mia linea di condotta per il processo a venire rimane la stessa che durante il processo il processo precedente. Non ho la minima ragione di ritornare sulle parole pronunciate. Non si avrà in futuro nulla di diverso a questo proposito e poco importa ciò che avverrà. E' in questo senso che invio i miei migliori saluti alla Francia. Io tengo duro. Axel Moeller Traduzione a cura di Germy __________________________ Informazioni utili: 1) Ulteriori informazioni sul revisionista Axel Moeller al link: http://olo-truffa.myblog.it/archive/2012/02/08/una-lettera-dal-carcere-del-revisionista-tedesco-axel-moller.html 2) http://olo-truffa.myblog.it/archive/2011/10/27/delirio-di-potenza-sterminazionista-e-arbitrio-politicamente.html

3) Per scrivere a questo internato:

Signor Axel Möller

JVA Stralsund
Franzehöhe 12
D-18439 Stralsund
Germania

 

Additional information about this document

Author(s) Olodogma
Title Lettera del revisionista tedesco Axel Moller, internato per leso olocausto
Sources n/a
Contributions n/a
Dates published: 2012-10-01, first posted on CODOH: March 11, 2017, 3:50 p.m., last revision: n/a
Comments n/a
Appears In
Mirrors
Download n/a