La falsa ragione delle camere a gas, lettera di Juergen Graf a Patrick Buchanan
Published: 2012-11-29

Lettera aperta a Patrick Buchanan da parte del ricercatore revisionista J.Graf

La falsa ragione delle camere a gas

 

Caro signor Buchanan, sono un c

ttadin o svizzero. Da otto anni vivo a Mosca. Mi guadagno da vivere come traduttore di varie lingue in tedesco. Fra i tanti che ho tradotto nella mia lingua madre vi sono tre dei suoi' scritti-capolavoro: "La morte dell'Occidente", "Stato di emergenza" e "Churchill, Hitler e la guerra inutile". Lo scopo della mia lettera è almeno indirettamente relativo agli argomenti che tratta nell'ultimo capitolo di "Churchill, Hitler e la guerra inutile", dove lei critica aspramente la presunzione dell'amministrazione Bush e le ingiustificate guerre di aggressione che ha scatenato nel Medio Oriente. Ma l'Iraq e l'Afghanistan non sono stati attaccati nell'interesse della nazione americana. Lungi dal beneficiare della continua occupazione di questi due Paesi, il popolo americano soffre grandemente per il costo di queste guerre insane. Afghanistan e Iraq sono stati attaccati per rendere il Medio Oriente sicuro per Israele. Mentre scrivo queste note, la medesima iniqua lobby sta cercando di intrappolare gli Stati Uniti in una nuova guerra, questa volta contro l'Iran. Le conseguenze di questo atto folle sarebbero catastrofiche senza riparo per tutto il mondo, incluso il suo Paese. Come mai non c'è nessuno che abbia il coraggio di denunciare questa lobby perniciosa?

La risposta è chiara: tutti hanno una paura mortale di essere chiamati "antisemiti".

Nella società occidentale di oggi, questa etichetta è il marchio di Caino. Come tutti sappiamo, anche i nazisti tedeschi erano "antisemiti", ed erano colpevoli della più grande atrocità, l'olocausto, lo sterminio sistematico di milioni di ebrei nelle camere a gas omicide. Le persone accusate di aver preso parte in questo supposto immenso crimine sono cacciate senza pietà anche oggi, 65 anni dopo la fine della guerra. In Germania, l'89enne John Demianjuk viene processato con l'accusa di avere condotto gli ebrei nelle "camere a gas" del "campo di sterminio" di Sobibor. Venticinque anni fa, Demianjuk fu estradato in Israele per delitti presuntivamente commessi in un altro "campo di sterminio", Treblinka. Insieme al membro del Congresso James Traficant, lei fu l'unico preminente uomo politico americano ad avere il coraggio di difendere Demianjuk. A suo credito, lei ha ancora una volta parlato coraggiosamente in favore di questo anziano. Tuttavia ha omesso di usare l'argomento più convincente e semplice per dimostrare la sua innocenza: a Sobibor non vi erano camere a gas e questo non era una campo di sterminio. Era un campo di transito . per gli ebrei deportati nei territori occupati dell'Urss. Il libro "Sobibor: propaganda olocaustica e realtà" ché ha ricevuto recentemente dalla Barnes Review è stato scritto da tre ricercatori revisionisti. Dall'italiano Carlo Mattogno, dallo svedese Thomas Kues e dal sottoscritto. La prego di leggerlo. Si accorgerà che la versione ufficiale del campo di Sobibor è una montatura del tutto inconsistente. Il fatto che l'edificio delle pretese "camere a gas" non sia mai esistito — nonostante due squadre altamente qualificate di archeologi abbiano condotto approfonditi scavi e perforazioni, senza trovare la benché minima traccia di tale edificio - è già sufficiente a chiudere l'argomento. Naturalmente, secondo la versione kosher della storia, Sobibor era uno di sei "campi di sterminio" (essendo gli altri Auschwitz, Majdanek, Belzec, Treblinka e Chelmno). Tutti questi campi sono stati attentamente studiati da ricercatori revisionisti. Quasi tutti questi studi sono disponibili in inglese e online. Signor Buchanan, lei è cattolico. Lei è obbligato a sostenere la verità e a combattere la menzogna. Lo stesso Gesù Cristo ha detto che il padre della menzogna è il diavolo. La leggenda dello olocausto è certamente una menzogna che ha avvelenato il mondo per molti decenni. Ha provocato grandissimo odio, non solo contro la nazione tedesca, ma anche contro l'occidente cristiano nel suo complesso. Dal momento che lei è una personalità ben nota con accesso ai media, è in grado di portare un contributo decisivo per la distruzione della menzogna dell'olocausto. E' ampiamente sufficiente che dichiari pubblicamente che Demianjuk non avrebbe mai potuto gassare un solo ebreo a Sobibor perché non vi erano camere a gas, come irrefutabilmente provato nel nostro nuovo libro. Tale gesto richiede un po' di coraggio. Sarà velenosamente calunniato dai media. Ma per il fatto di essere un cittadino americano abitante negli Stati Uniti, lei gode di un privilegio che noi europei non abbiamo: il primo emendamento [della Costituzione statunitense] la protegge da qualsiasi azione legale. In Germania ed in Austria molti hanno pagato un alto prezzo per la loro franchezza, imprigionati per anni. In Francia i revisionisti non vanno normalmente in galera, ma vengono rovinati da altissime sanzioni pecuniarie. Lei non rischia nessuna delle due cose. Da patriota americano, lei deve esprimersi chiaramente. Il tempo sta per scadere, Israele attaccherà l'Iran e non risparmierà alcuno sforzo per coinvolgere gli Stati Uniti. Barack Obama potrà essere "meno peggio" di George Bush, ma alla fine dovrà cedere alle pressioni incessanti della lobby ebraica anche lui. Dopo tutto, Israele deve essere protetto contro un "secondo olocausto". Portando a segno un colpo mortale alla leggenda dell'olocausto, lei sarà forse in grado di evitare tale sviluppo perché inizierebbe un dibattimento che difficilmente potrà essere soppresso. Caro signor Buchanan, le chiedo di interrogare la sua coscienza su quel che dovrebbe fare ed agire di conseguenza. Rispettosamente suo Juergen Graf FILOLOGO E STORICO, JUERGEN GRAF (SVIZZERA 15 AGOSTO 1951) ATTUALMENTE RISIEDE A MOSCA. LETTERA TRATTA DA THE BARNES REVIEW Traduzione di Alfio Faro *** Fonte originale: RINASCITA, del 15 Ottobre 2010,pag.7. Copia da :Rass. Stampa UCEI del 15Ott.2012 (http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Mode=S&ID=2010101516906621)


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: La falsa ragione delle camere a gas, lettera di Juergen Graf a Patrick Buchanan
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2012-11-29
First posted on CODOH: March 25, 2017, 7:22 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a