L'industria dell'olocau$to espande il mercato del sapone fatto con gli ebrei...ed altro ad Arabi e Tailandia!
Published: 2013-08-18

Presentiamo due brevi, parziali, traduzioni legate solo dal "tema" olocau$to ebraico

La Tailandia apre ai "mercanti della $hoah"

osservatorioantisemitismo,ebraico,ebrei,palestina,2009,bambino,fosforobianco

Per la prima volta : La Tailandia commemora le vittime dell’Olocausto.

Di Samuel Guedj

Per la prima volta la Giornata internazionale in memoria delle vittime della Shoah (…) è stata celebrata a Bangkok. Il Ministro tailandese dell’Istruzione prevede di includere lo studio della Shoah nel programma scolastico. L’evento è stato organizzato unitamente dalla Commissione economica e sociale per l’Asia e il Pacifico (CESAP) e l’Ambasciata di Israele. L’ambasciatore israeliano ha dichiarato : “Hitler ha potuto eseguire il suo progetto (1) perché troppe persone buone hanno deciso di girare il capo, per distogliere lo sguardo, nell’intento di distanziarsi dal dolore e dalla sofferenza dei loro vicini”. (…) Ha aggiunto : « Dobbiamo applicare le lezioni universali dell’olocausto al mondo di oggi. Questo vuol dire che dobbiamo educare i nostri figli a capire ed accettare le differenze, a denunciare le atrocità e a rispettare la dignità umana “ (2) ».

Fonte: http://www.lemondejuif.info/une-premiere-la-thailande-commemore-les-victimes-de-lholocauste/

Nota di Olodogma

1) L'ebreo doveva precisare di quale progetto hitleriano stesse parlando, non certamente quello "di sterminio" ebraico in quanto solo i minus habentes, ormai, parlano di questo "piano di sterminio", dopo la "sentenza" del massimo storico mondiale sterminazionista, l'ebreo hilberg raul che ha pontificato (qui concordiamo con lui) : ..."Ma ciò che cominciò nel 1941 non era nessun tentativo di genocidio [degli ebrei], pianificato...Non c'è stato nessun piano e nessun bilancio...accadde perciò non certamente eseguendo un piano ma per un'incredibile coincidenza d'intenzioni, una concordante lettura nei pensieri altrui"...! Quindi di cosa ciancia l'impiegato del ghetto ebraico di occupazione ed apartheid di Palestina?  

2) La foto è una eloquente dimostrazione che le parole dell'impiegato del ghetto ebraico di occupazione ed apartheid di Palestina non sono tradotte in pratica operativa nel ghetto stesso e zone occupate. Quindi cosa parla a fare? 

_______________________Articolo 2_______________________

L'industria dell'olocau$to e l'esca dei Musulmani "giusti"!

A Londra, un’esposizione rende omaggio ai Musulmani che hanno salvato degli Ebrei dall’Olocausto

Di Faouzi Ahmed

amo-ebraico-shoah_businessUna nuova esposizione celebra il ruolo dei Musulmani che hanno salvato delle vite ebree durante l’Olocausto. L’esposizione dei Musulmani Giusti è stata l’iniziativa lanciata dal Consiglio dei deputati britannici ebrei del distretto di Bloomsbury di Londra. Accanto al racconto che descrive i loro atti eroici appaiono le fotografie di 70 Musulmani che durante la Seconda guerra mondiale hanno nascosto degli Ebrei. L’esposizione spera di inspirare nuove ricerche nelle istanze della collaborazione tra le comunità musulmane e ebree. Yad Vashem, il Memoriale ufficiale di Israele dedicato alle vittime dell’Olocausto, rende omaggio a quasi 25000 Giusti che hanno rischiato la loro vita per proteggere la comunità ebrea durante il terrore della Germania nazista. (…) Secondo il censimento del 2011, ci sono 2,7 milioni di Musulmani e 263.000 Ebrei in Inghilterra e nel Galles. M. Mughal (coautore del libro che descrive il ruolo dei Musulmani Giusti) spera che l’esposizione susciti reazioni di empatia e simpatia da parte degli uni e degli altri, in particolare tra i giovani. Ha detto: “ condividere questa esperienza è la cosa migliore per l’empatia e la coesione, nonché una fierezza comune”. (...) Ha dichiarato: “ uno dei principali motori del progetto è che c’è una minoranza nelle comunità ebree che tenta di riscrivere la storia affermando che i Musulmani hanno grandemente aiutato i Nazisti." (…) ha aggiunto “Dall’altra parte, c’è una piccola parte della comunità musulmana che non vuole parlare dell’olocausto nella preoccupazione di non mettere in atto un’empatia con le comunità ebree” . (…) Il rabbino Natan Levy, coorganizzatore dell’esposizione ha dichiarato : “questo programma fornisce una passerella unica tra le due comunità, alfine di poter celebrare insieme ciò che le unisce.”Aggiungendo : “ c’è stato un bel momento quando Fiyaz ed io ci siamo riuniti e abbiamo recitato insieme la stessa linea delle nostre rispettive scritture: colui che salva una sola vita salva l’universo intero”.(1)

Fonte: http://www.lemondejuif.info/a-londres-une-exposition-rend-hommage-aux-musulmans-qui-ont-sauve-des-juifs-de-lholocauste/

Traduzioni,riassuntive, a cura di GV per Olodogma

.

Nota di Olodogma

.

1) Qui sta un classico trucco, tenere premesso che secondo certa interpretazione è "uomo" l'ebreo, TUTTI gli altri sono Goyim...una specie di "sottomarca" di uomo, o forse una specie di "animali parlanti", che riveliamo usando le parole del Dott. Gianantonio Valli, grande esperto di "cose elette"...

.

"Ancora più astuta è l’operazione di dezinfor­macija com­piuta dal motto: «Chiun­que salva una vita, salva il mondo intero» (vedi anche la scopiazzatura musulmana in Corano, V 32: «Per questo prescrivemmo ai figli di Israele che chiunque ucciderà una persona senza che questa abbia ucciso un’altra o portato la corruzione sulla terra, è come se avesse ucciso l’umanità intera. E chiunque avrà vivificato una persona sarà come avesse dato vita all’umanità intera»).

Oc­chieggiante dalle locandine, rei­te­ra­ta nel film – del quale dovrebbe costituire l’etico fil rouge – e rimbombante in ogni recensione, la massima ci viene presentata come un distillato di purissima uma­ni­tà­, quintessen­za dell’etica giudai­ca.

Ma solo i più disinformati (cioè il novantano­ve e rotti per cento degli spettatori) possono credere corret­to il riferimento.

In realtà, ammettono Rabbi Joseph Telushkin, dinami­co leader della Synagogue for the Performing Arts, e Peter Novick, il vero pensiero, espresso in testi non purgati della Mishnah di Sanhedrin 37a, è non solo diffor­me, ma radi­calmente diverso:

 

«L’uomo venne perciò creato uni­ca­mente per insegnarti che quando uno di­strug­ge un’anima ebraica fa, per la Scrittu­ra, come se avesse di­strutto un intero mondo, e che quando uno salva un’a­ni­ma e­braica fa, per la Scrittu­ra, come se avesse salvato un in­tero mondo» (corsivo nostro).

 

In­commen­su­rabile agli occhi di Dio è infatti, per la Sapienza come è stata predicata e recepita da cento milioni di eletti in due millenni, la vita dell’ebreo, non quella dell’«uomo» e tantomeno di un goy. "...

.

(Fonte: Nota 53 al link  http://olodogma.com/wordpress/2013/02/27/0139-iv-le-valenze-dellolocausto-in-holocaustica-religio-psicosi-ebraica-progetto-mondialista-difensiva/

 

__________________


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: L'industria dell'olocau$to espande il mercato del sapone fatto con gli ebrei...ed altro ad Arabi e Tailandia!
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2013-08-18
First posted on CODOH: Oct. 13, 2017, 2:29 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a