Perchè l'ebreo Robert Kempner ha sottratto il Diario di Rosenberg e "un numero indeterminato di documenti" a Norimberga?
Published: 2013-08-27

..."il non-ebreo è assimilato a un animale; verso di lui si deve nutrire odio e disprezzo; è permesso ingannarlo, derubarlo e all’occorrenza perfino ucciderlo"...(Gian Pio Mattogno). Il giudice  kempner robert era un ebreo, come ci informa il sito dell' United States Holocaust Memorial Museum, collocando il kempner della sezione... "PERSONALITIES: JEWS" (vedi foto in basso) !

robert kempner,norimberga,processo

Riceviamo e pubblichiamo

_________________

Ecco una nuova importante lettera, indirizzata dai nostri amici americani del CODOH allo stesso storico del Museo dell’Olocausto di Washington, Peter Black, del quale abbiamo parlato ieri 24 agosto (2013). Si tratta questa volta dei Documenti Rosenberg  ma soprattutto del  ruolo poco chiaro, avuto da Robert Kempner (1), procuratore a Norimberga.

Prima, citiamo un’eccellente questione sollevata da uno dei nostri corrispondenti revisionisti del Giappone in risposta al nostro messaggio del 5 luglio:
<< Si potrebbe anche pensare che questo trambusto sia orchestrato per dare l’impressione che questo documento sia autentico … Prima ancora di occuparsi del contenuto, è necessaria un’analisi dei componenti dell’inchiostro nelle fibre della carta, per autenticare almeno il medium come d’epoca, scritto all’epoca. E questo per ogni epoca, e maggiormente per i passaggi “interessanti” in certe pagine.
Nulla impedisce di usare della carta dell’epoca, dell’inchiostro dell’epoca, e neanche di “ritoccare” artisticamente una parola, una frase in una pagina autentica. Per il momento, tuttavia, non è ancora possibile per quanto ne so, imitare l’invecchiamento di un manoscritto a inchiostro a livello microscopico.>>
La lettera che segue è stata inviata in copia a tutto il personale dell’USHMM (Museo dell’Olocausto di Washington) cosi come a tutti i centri e musei nazionali dell’Olocausto (traduzione rapida): http://bradleysmithsblog.blogspot.fr/2013/08/a-cover-up-at-ushmm.html

A: Peter Black
Historien principal
Center for Advanced Holocaust Studies
United States Holocaust Memorial Museum
E-mail: [email protected]
Tel: 202.479.9728

23 agosto 2013

Signore,
Il 3 luglio 2013 il Signor Bradley Smith ha indirizzato una lettera al vostro ufficio a proposito dei documenti Rosenberg e ha posto questa domanda: “Perché non li scannerizzate semplicemente e non li mettete on line pubblicamente perché ogni persona interessata alla questione possa vederli e analizzarli da sola? Una volta fatto, i documenti potranno essere resi alla famiglia Rosenberg, che sembra esserne la legittima proprietaria".

ushmm,Robert Kempner,ebreo,giudice norimberga

Vista l’importanza dei documenti, la richiesta sembrerebbe ragionevole. Noto che l’USHMM non ha ancora pubblicato on line quei documenti ma ha aggiunto una pagina Web sul soggetto: http://www.ushmm.org/museum/exhibit/focus/rosenberg/
La vostra pagina proclama che “Il Museo corre per salvare le prove dell’Olocausto”.
D’accordo, bene. Ma perché non condividete semplicemente quelle prove con il pubblico?
Sfortunatamente, la nuova pagina Web non fornisce nessuna informazione supplementare sul documento in questione.
Anzi , sembra che il suo fine sia di scagionare l’uomo che ha rubato le prove al tribunale, Robert Kempner. La pagina Web dei Servizi americani dell’immigrazione e delle dogane [ICE] consacrata ai Documenti Rosenberg scrive:
ushmm,Robert Kempner,ebreo,giudice norimberga.collaboratore processo gerusalemme eichmann

Il Dottor Robert M.W.Kempner era un avvocato tedesco; fuggito dalla Germania si recò negli Stati Uniti durante la guerra. Alla fine della guerra, Kempner fu consigliere capo aggiunto e fu procuratore principale nel “caso dei ministeri” al processo di Norimberga. In quest’occasione, come impiegato ufficiale del governo americano, Kempner ebbe accesso ai documenti nazisti che erano stati sequestrati. Alla fine del processo di Norimberga, Kempner ritornò negli Stati Uniti e visse in Pennsylvania a Lansdowne. Nell’illegalità più assoluta e contrariamente ad ogni corretta pratica, Kempner ha prelevato diversi documenti, compreso il Diario di Rosenberg, nei servizi del governo americano di Norimberga e li ha conservati sino alla sua morte nel 1993”. http://www.ice.gov/news/releases/1306/130613wilmington.htm
Sul vostro sito si legge: “Kempner ricevette l’autorizzazione, da parte dell’Ufficio del consigliere principale per i crimini di guerra, di conservare dei documenti non classificati per poterne scrivere, tenere delle conferenze e studiarli”. Questo sembra essere contrario a qualsiasi protocollo relativo alle prove raccolte in un’azione penale, e il procedimento è invalidato dall’ICE stesso nelle sue osservazioni.
Ma l’impiego del virgolettato lascia supporre che esista un documento scritto che autorizzi il Signor Kempner a sottrarre quei documenti. E’ questo il caso? Rispondete a questa domanda. Il Museo cita sì o no un documento particolare?
Se un tale documento esistesse, potrebbe anche fornire un’idea sulle altre prove che il Signor Kempner poté prelevare negli incartamenti del tribunale. La vostra pagina Web ammette: “E’ rientrato portando con sé un numero indeterminato di documenti …“

Schlegelberger document marzo-aprile1942

Crediamo che Kempner abbia distrutto delle prove favorevoli agli accusati, in particolare l’importante memorandum (2) del marzo 1942 (foto a fianco). Quali altre prove ha sottratto? Perché lo ha fatto? Quel “numero indeterminato di (altri) documenti” potrebbe essere anche più importante degli scritti di Rosenberg!
Noi, del CODOH, ringraziamo le persone appartenenti al ramo dei Servizi americani dell’immigrazione e delle dogane, il Servizio d’indagine della sicurezza nazionale, per aver salvaguardato i documenti Rosenberg. Li incoraggiamo a proseguire quest’indagine
importante su altre prove rubate e distrutte; non solo le prove prese dal Signor Kempner ma ogni documento e rapporto indebitamente prelevato dagli incartamenti del Tribunale.
Nel frattempo, lo United States Holocaust Memorial Museum farebbe bene a scannerizzare rapidamente e pubblicare tutta la collezione dei documenti Rosenberg e di mettere fine alle tenebre che coprono quei documenti da 70 anni.
Rispettosamente

David Merlin,
Committee for Open Debate on the Holocaust
Post Office Box 439016
San Ysidro, CA 92143
Telephone:  209 682 5327
Email:  [email protected]
Web:  www.codoh.com

________________Traduzione a cura di GV per Olodogma

Note di Olodogma

1) L'ebreo kempner partecipò all'indagine e persecuzione di Adolf Hitler e Wilhelm Frick nel 1924, dopo il tentativo di Hitler nel Putsch di Monaco . Al momento raccomandò lo scioglimento del partito nazionasocialistasta.

Dopo la vittoria dei nazionalsocialisti nelle elezioni e nomina di Hitler a Cancelliere, nel 1933, Hermann Goering licenziò l'ebreo kempner dal suo incarico a causa delle sue attività anti-nazionalsocialsite . 
Kempner venne arrestato e tenuto per due mesi in un campo di concentramento, dopo essere stato accusato di fuga di informazioni circa il riarmo tedesco, attività proibita alla Germania dall'infame Trattato di Versailles.
Nel 1935, Wilhelm Frick, allora il ministro dell'Interno, in base alle origini ebraiche del kempner gli revocò la cittadinanza tedesca e il kempner venne espulso dalla Germania.
Ha insegnato diritto per alcuni anni in Italia prima di emigrare negli Stati Uniti nel 1939. (Fonte http://www.ushmm.org/wlc/en/article.php?ModuleId=10007164)

2) Un documento ( German Federal Archives (BA) file R.22/52) confidenziale trovato dopo la guerra nei registri del Ministero della Giustizia del Reich che rivela il pensiero di Adolf Hitler sulla "soluzione finale del problema ebraico". Nella primavera 1942, il Segretario di Stato Schlegelberger annotava in un memorandum che il capo della Cancelleria di Hitler, Hans Lammers, lo aveva informato che il Führer [Hitler] gli ha detto ripetutamente [a Lammers] che vuole che la soluzione del problema ebraico venga rinviata a dopo la fine della guerra”.

______________________

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Perchè l'ebreo Robert Kempner ha sottratto il Diario di Rosenberg e "un numero indeterminato di documenti" a Norimberga?
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2013-08-27
First posted on CODOH: Oct. 18, 2017, 12:37 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a