Inquisizione $hoahtica-legge anti-revisionismo: il trucco commissione-senato-commissione "sede deliberante"!
Published: 2013-10-17

Olocau$to... non trasparenza..."coincidenza voluta "= reato di negazionismo!

tutto tranne una pubblica discussione! Solo "burocrazia" 

$$$_ TU-DEVI-CREDERE_ auschwitzSPA_I fatti sono questi: il DDL54 amati ed altri, contro il "negazionismo" era in commissione giustizia del Senato, in sede referente, come modifica alla legge Mancino. Ha incontrato opposizione ed è stato trasformato come 4° comma aggiuntivo dell'articolo 414 del CP che punisce l'apologia. Quindi è stato passato al Senato per la discussione. Napolitano, il 16 Ottobre 2013, in sinagoga di Roma con Grasso, si era sbilanciato in una "rapida approvazione" come se stesse incombendo un qualche enorme pericolo! Apprezzamento generale per tali parole...Nel pomeriggio il Grasso "pensa" di rinviare la "modifica" dell'articolo 414CP in commissione giustizia...ascoltate bene...in SEDE DELIBERANTE ! Il giochino del "regalo" alla giornata della "memoria" del 16 Ottobre era quasi fatto! Si EVITAVA un PERICOLOSISSIMO DIBATTITO in Aula e si delegava a 23 membri della Commissione l'approvazione della modifica! Ma è andata buca! Qualcuno ha fatto osservare che una modifica di tale portata ( che sconvolge il NORMALE CORSO DELLA RICERCA STORICA e la vita di moltissimi cittadini che hanno FACOLTA' di PAROLA in base all'articolo 21 della Costituzione) deve essere DISCUSSA in pubblico! ... a certa gente non piacciono "conte" o "censimenti"! Lo si sa e si è visto, bene!

Sotto una breve raccolta di testi su questa vergognosa vicenda

Grasso: sul negazionismo si è persa un'occasione

Il commento del presidente del Senato sulla decisione della commissione Giustizia di palazzo Madama di non dare il via libera in sede deliberante al provvedimento che istituisce il reato di negazionismo

Roma, 16 Ottobre 2013

"E' stata un'occasione perduta". Il presidente del Senato, Pietro Grasso, commenta così la decisione della commissione Giustizia di palazzo Madama di non dare il via libera in sede deliberante al provvedimento che istituisce il reato di negazionismo. "Ho pensato che era nei miei poteri cercare di accelerare ( non c'era alcun motivo di accellerare, nessun barbaro alle porte, solo l'isteria di chi "ci serve il reato di negazionismo" !) questa deliberazione dell'assemblea e quindi con l'assenso dei capigruppo l'ho mandata in commissione", ha spiegato. "Non era un colpo di mano, era un tentativo che un'iniziativa parlamentare fosse finalmente (!) accelerata. Si dice sempre che la formazione delle leggi è molto lenta e volevo dare una bella accelerazione in un momento simbolicamente importante. Non ci siamo riusciti e adesso se ne discuterà in Aula", ha aggiunto.

_________________________

Shoah: Amati, negazionismo diventa reato in Giornata per la memoria

legge_anti_negazionismo_ddl amati,flop,16.10.2013_grasso_sede_deliberante_pacifici

16 Ottobre 2013 - 14:03

(ASCA) - Roma, 16 ott - ''La notizia dell'approvazione del disegno di legge in Commissione Giustizia a Palazzo Madama, che introduce il reato di negazionismo, ha una valenza ancora piu' importante in una giornata della memoria come quella che celebriamo oggi''. Cosi' la senatrice del partito democratico Silvana Amati, prima firmataria di un ddl sul negazionismo e promotrice in Parlamento della campagna contro il revisionismo degli avvenimenti legati all'Olocausto. ''Che venga sancito che il negazionismo sia reato proprio mentre ricorre l'anniversario dei 70 anni della razzia del ghetto di Roma ad opera dei nazisti il 16 ottobre del '43 - sottolinea l'esponente pd - e' una coincidenza voluta 

[ alle ore 14:03 amati era entusiasta (sicura?) dell'approvazione tanto da dire che la "coincidenza era voluta", VOLUTA DA CHI?

Da chi è partito l'imput affinchè ciò, la COINCIDENZA tra celebrazioni dell'anniversario del rastrellamento degli ebrei di Roma e approvazione del "reato di negazionismo",  avvenisse?

A CHI è stato trasmesso questo imput?

Perchè il comunista  Napolitano, in sinagoga di Roma, in mattinata, si è sbilanciato tanto da poter affermare..."Sono convinto che l’iter del provvedimento sarà presto completato"? (Fonte: http://www.romaebraica.it/napolitano-benedice-la-legge-contro-il-negazionismo/ ), anche il presidente del Senato Grasso era presente in sinagoga]

legge_anti_negazionismo_apologia_di_reato_16ottobre2013,amati,annuncio,coincidenza voluta

che crea un simbolismo da cui ci auguriamo le nuove generazioni prendano ispirazione affinche' maturino la consapevolezza dell'importanza della memoria''. ''Dopo anni di impegno e di battaglie portate avanti anche con altri colleghi - conclude la senatrice Amati - e' stata una grande soddisfazione ottenere il riconoscimento da parte del presidente della Comunita' Ebraica Riccardo Pacifici che, nel corso della manifestazione nel Tempio Maggiore dove era riunita tutta la collettivita' romana, ha ringraziato dal pulpito la sottoscritta e il senatore Malan''. (fonte:

http://www.asca.it/news-Shoah__Amati__negazionismo_diventa_reato_in_Giornata_per_la_memoria-1325468-POL.html)

________________________________

Durissimi i giudizi rilasciati a caldo dopo la riunione dai componenti della commissione. "Prendo atto che un gruppo che ieri ha votato a favore di questa legge, oggi non vuole approvarla", ha commentato la relatrice del ddl Rosaria Capacchione (Pd). "Un fatto gravissimo" per il suo collega di partito Giuseppe Lumia, "chi lo ha bloccato in una giornata come questa si è assunto una responsabilità pesante".Per il presidente della commissione Francesco Nitto Palma (Pdl) è stata "una sorpresa: dopo la seduta di ieri mi aspettavo qualche voce di dissenso, non mi aspettavo che un intero gruppo prendesse questa posizione: è un dato politico che voi potete valutare". E il provvedimento, "se e quando verrà approvato in aula, assumerà un significato del tutto diverso da quello che avrebbe avuto oggi. Non solo in relazione all'anniversario, ma a quello che è accaduto in relazione alle dichiarazioni di Priebke che negano le camere a gas. Al di là della vicenda funerali sì funerali no - ha concluso Palma - si è visto come sia vivo nel popolo italiano e nel popolo romano il ricordo di quei giorni". 

(Fonte: http://notizie.tiscali.it/feeds/13/10/16/t_02_20131016_000043.html)

________________________________

NEGAZIONISMO. BUEMI: MAI NEGATO IL REATO MA VA RICERCATA LA STRADA SANZIONATORIA PIU' EFFICACE

mercoledì 16 ottobre 2013

"Occorre sanzionare il negazionismo con strumenti efficaci e non con grida manzoniane - ha dichiarato il senatore Enrico Buemi, capogruppo Psi in commissione Giustizia - la stessa Relatrice del provvedimento in esame ha riconosciuto che esiste un problema di efficacia della sanzione esiste. La proposta socialista rifiuta l'alternativa diabolica tra il 'creare dei martiri' e il 'lasciare correre' all'italiana, come avverrebbe agitando lo spauracchio della galera. L'aggravante proposta fa pagare, con dissuasive sanzioni economiche, il reato di chi nega o ridimensiona crimini di genocidio, crimini contro l’umanità e crimini di guerra oppure delitti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi."
"Il contributo del Partito socialista italiano al dibattito parlamentare sul negazionismo, purtroppo, è stato ignorato nella notte di ieri, durante la seduta notturna della commissione Giustizia. Quel che è peggio - ha continuato Buemi -

 

il Paese rischiava oggi di essere messo in condizione di ignorarne i pesanti riflessi, in termini di sacrificio dei principi liberali, grazie alla decisione bipartisan di procedere all'approvazione del testo nel chiuso della Commissione in sede deliberante."

"Il Psi è entrato in merito ai temi dei proponenti dell'emendamento di maggioranza, cioè l'articolo 414 del codice penale sull'apologia di reato", sottolinea il senatore socialista.

 

" I proponenti hanno, infatti, d'un sol colpo ignorato che l'apologia di reato è stata oggetto delle battaglie libertarie della sinistra italiana (vedasi le 500mila firme raccolte nel 1978 dai Radicali per l'abolizione dei reati d'opinione, tra cui questo). E' stata da sempre ritenuta in possibile contrasto con la libertà di espressione tutelata dall'articolo 21 della Costituzione (vedi in dottrina, Insolera e Fiore, che ne paventarono già 50 anni fa la funzione politico-criminale di «controllo politico dell'opposizione»; v. anche i dubbi di Onida e Nuvolone).

La stessa Corte costituzionale, con sentenza 23 aprile-4 maggio 1970, n. 65, dichiarò che «apologia punibile è solo quella che, per le sue modalità, integri un comportamento concretamente idoneo a provocare la reiterazione della condotta esaltata», salvando l'incriminazione dell'apologia solo quando assume la forma di un'istigazione indiretta."

"Ecco perché la proposta socialista tendeva a sanzionare comportamenti idonei a provocare la commissione di delitti, con modalità che coinvolgono la pubblicità del luogo, la natura suggestiva dei mezzi di propaganda utilizzati, la condizione collettiva dell'uditorio, la condizione individuale di vulnerabilità dell'istigato, anche mediante l’impiego diretto o interconnesso di sistemi informatici o mezzi di comunicazione telematica ovvero utilizzando reti di telecomunicazione disponibili. Si trattava di elementi tutti tratti dalla proposta di maggioranza - ha concluso Buemi - ma ancorati saldamente a comportamenti concreti e, pertanto, ricondotti a conformità costituzionale. " (Fonte: http://www.partitosocialista.it/site/ArtId__5827/306/500-_NEGAZIONISMO-_BUEMI-_MAI_NEGATO_IL_REATO_MA_VA_RICERCATA_LA_STRADA_SANZIONATORIA_PIU__EFFICACE.aspx)

.

_________________________________

 

Shoah: Malan, su negazionismo occasione mancata

16 Ottobre 2013 - 18:37

(ASCA) - Roma, 16 ott - ''La revoca della sede deliberante per il ddl sul negazionismo e' un'occasione persa per i Senato. Approvare il Ddl oggi avrebbe avuto un significato particolare, sia per l'anniversario del rastrellamento degli ebrei di Roma sia come contrasto a deliranti affermazioni che negano la mostruosa verita' storica della Shoah. In commissione avremmo potuto facilmente migliorare il testo gia' approvato Spero che la mossa del Movimento 5 Stelle non sia una strizzata d'occhio a certi ambienti estremistici, notoriamente nemici di questa legge''. Lo afferma il senatore Lucio Malan (Popolo della Liberta'), secondo firmatario del disegno di legge sul negazionismo. com-njb (Fonte: http://www.asca.it/news-Shoah__Malan__su_negazionismo_occasione_mancata-1325732-POL.html)

______________________

 

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Inquisizione $hoahtica-legge anti-revisionismo: il trucco commissione-senato-commissione "sede deliberante"!
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2013-10-17
First posted on CODOH: Nov. 30, 2017, 1:03 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a