Heinrich Himmler nelle parole di Giulio Meotti: salutista,ecologista,anti-vivisezione,senza lussi,non sadico...
Published: 2014-03-04

 

 

 

 .

The dark side of the hell

 

Himmler e famiglia raccolgono fiori
Himmler e famiglia raccolgono fiori
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Presentiamo un testo del sionista "epurato" (*)  dai sionisti "italiani", meotti giulio. Il testo traccia un ritratto "anomalo" "revisionista" dello SS-Reichsführer  Heinrich Luitpold Himmler , nato a Monaco di Baviera, il 7 ottobre 1900 , scomparso a Luneburgo, il 23 maggio 1945. L'articolo è  ben più ampio, zeppo di personali e scontate, come fiabe, considerazioni (che abbiamo eliminato, sostituite dai ...) del meotti. Tra i periodi eliminati uno è particolarmente pirotecnico, eccolo..."I cadaveri gonfi che si colorano di blu"...si riferisce ai cadaveri dei pretesi gasati con HCN... il meotti ha letto la favolistica olocau$tica e si vede, solo che i cadaveri di cianidrizzati hanno una colorazione sul rosso, NON sul  blue!...

"Il colore delle ipostasi, normalmente rosso vinoso, assume tonalità cianotica nelle morti asfittiche, rosso viva nell'avvelenamento da CO, blu ardesia negli avvelenamenti da sostanze metaemoglobinizzanti, rosso accesa nell'avvelenamento da acido cianidrico e cianuri"...(**)

La magra è dovuta alla "letteratura" olocau$tica, che così dice (F. Müller, Drei Jahre in den Krematorien und Gaskammern von Auschwitz, p. 186. Idiozia ripresa dal "papa" olocau$tico, l'ebreo hilberg raul)! Sotto l'articolo semiamputato... Olodogma

(*) http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=8&sez=120&id=52209

(**) Fonte: http://digilander.libero.it/fadange/medicina%20legale/tana.htm

________________________________________

I FIORI DEL MALE

di Giulio Meotti

 

 

 

Didascalia originale Heinrich Himmler und Musiker in Holzhaus,Heinrich Himmler listening to a Norwegian folk musician during a visit to Norway, 1941.Himmler che ascolta assorto un musicista norvegese, anno 1941
Didascalia originale Heinrich Himmler und Musiker in Holzhaus,Heinrich Himmler listening to a Norwegian folk musician during a visit to Norway, 1941.Himmler che ascolta assorto un musicista norvegese, anno 1941
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 


Himmler Holding a Bouquet, Conversing with Children

 

 

... Di Hitler si dice che fosse "magnetico".
Di Goring che fosse un valoroso pilota.
Di Goebbels che fosse un demagogo straordinario.
Di Heydrich che fosse un provetto schermidore, un eccellente pilota e un ottimo musicista...
"Vado ad Auschwitz. Baci, il tuo Heini", scrive Himmler alla moglie Margaret.
E ancora:
"Nei prossimi giorni sarò a Lublino, Zamosch, Auschwitz, Lemberg e poi nella nuova sede. Sono curioso di vedere se e come funzionerà il telefono. Saluti e baci! Il tuo Pappi". ..
Odiava i coloranti,
gli additivi,
i conservanti,
lo zucchero
il miele raffinato.

Un pioniere della lotta al "Gm Food" Fra Dachau e Auschwitz creò la più grande piantagione di erbe medicinali d'Europa.
Bandì anche la vivisezione ...
Queste sono soltanto due delle straordinarie lettere ritrovate in Israele e pubblicate in questi giorni dal quotidiano tedesco Die Welt. Documenti, corrispondenza e fotografie dell'architetto...  Le lettere ci rivelano un Himmler
attento alle spese personali,
che vive senza lussi, a differenza di quasi tutti gli altri gerarchi, specie Goring.
Dalle lettere ne esce un Himmler
"sobrio esecutore di una visione del mondo", come dice lo storico Michael Wildt...
commenta lo Spiegel,
"Himmler non aveva nulla di banale,
era intelligente,
possedeva una energia radiante,
e una fantasia capace di attuare l'ideologia del nazionalsocialismo in azione".
Le lettere confermano che
Himmler non era un mostro,
non aveva nulla di demoniaco,
né di sadico,
non traeva piacere nella sofferenza altrui ...
Aveva una missione, invece,
e una ideologia ben precisa.
Pagana,
salutista,
eugenetica,
ecologista,
darwiniana,
ultra moderna e
iper illuministica.

 


Himmler Der Reichsf├╝hrer SS

 

 

Queste ultime scoperte ci parlano di un uomo che concepiva se stesso, nelle parole di Joachim Fest, "non come un assassino, ma come un patrono della scienza".
E fu proprio quella moglie, l'infermiera Margaret, appassionata di omeopatia e mesmerismo, a introdurlo alla scienza del biologico.
Una fotografia li ritrae a raccogliere erbe mediche sul lago di Tegernsee, dove la moglie e la figlia Gudrun lo aspettavano. Era il giugno 1941. Questo materiale incredibile si trova a Tel Aviv, in un caveau di proprietà della regista Vanessa Lapa, che ha realizzato un documentario su Himmler la cui proiezione in anteprima è in programma alla prossima Berlinale.
Emerge l'Himmler pioniere dell'alimentazione biologica
e della battaglia contro il "Gm Food", il cibo geneticamente modificato, da combattere a favore di una "agricoltura in accordo con le leggi della vita".
"L'artificiale è ovunque", scriveva Himmler.
"Ovunque c'è cibo adulterato, pieno di ingredienti che lo rendono longevo e più bello".
Himmler era un avido lettore di Max Bircher-Benner e Ragnar Berg, i due principali sostenitori del cibo biologico, il primo addirittura inventore del famoso Muesli.
Himmler si distinse come uno zelota della
lotta agli additivi,
ai conservanti,
ai coloranti, e
vietò l'uso dello zucchero bianco raffinato
e del miele artificiale.
Grande sostenitore dei rimedi naturali, il capo delle SS fu anche un
acerrimo nemico della vivisezione e
promosse campagne per la tutela dell'ambiente
e di specie sotto minaccia di estinzione,
come la balena.

 

 

 

III Stutthof, Poland, 23-11-1941, Himmler and other SS officers visiting the camp's petting zoo- 4922013290901560104
Lager III Stutthof, Poland, 23-11-1941, Himmler and other SS officers visiting the camp's petting zoo- 4922013290901560104. Allevamento conigli
 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             

 

 Secondo Himmler, si doveva bandire la vivisezione con l'obiettivo di "risvegliare e rafforzare lo spirito di compassione in quanto uno dei più alti valori morali del popolo tedesco".
Un HimmleSr orgoglioso di definire questo popolo "l'unico al mondo ad avere un'attitudine decente verso gli animali"...
scrisse persino un libro di fiabe, in cui i topi scovati nelle case dei tedeschi non vengono uccisi, ma portati in tribunale per essere processati, "trattati con umanità".
Su volontà di Himmler furono approvate direttive per il trasporto degli animali,
furono ospitate a Berlino conferenze internazionali sulla protezione degli animali
e promulgata una regolamentazione della macellazione dei pesci e di altri animali a sangue freddo.

 

 

 

Himmler e la figlia Gudrun, forse ad Auschwitz
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Himmler e la figlia Gudrun, forse ad Auschwitz

 

 

Una volta Himmler chiese al suo medico, noto cacciatore: "Come puoi, tu, dottor Kersten, gioire sparando, da un riparo, a delle creature indifese, che vagano per la foresta, incapaci di proteggere se stesse e prive di ogni sospetto? E' un vero delitto. La natura è tremendamente bella e ogni animale ha il diritto di vivere"...
Himmler decise anche di bandire la macellazione rituale ebraica che non permette di anestetizzare la bestia.
Stigmatizzava la tradizione kasher perché si poneva "contro la raffinata sensibilità della società tedesca" e addirittura come "una sofferenza inutile".
Salutista,
Himmler aveva in odio il tabacco, che definiva "una masturbazione polmonare".
Il Reichsfiihrer ... bandì il fumo non soltanto fra le sue SS, ma anche in molti luoghi di lavoro, negli uffici governativi, negli ospedali e sui treni e autobus delle città.
Nessuno fumava mai in presenza del sovrano dei campi di concentramento.
Himmler raccomandava colazioni a base di porri crudi e acqua minerale, e
dedicò parte della sua attività al "problema delle patate lesse", finanziando persino delle ricerche sul tema.

 

 

Attuali in Sud Tyrol
Attuali in Sud Tyrol
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emerge anche una passione per i bagni nel fieno d’avena.
Himmler aveva messo a punto anche uno speciale menu da sottoporre al popolo tedesco:
il caffè del mattino era sostituito da latte e poltiglia di cereali;
a tavola, al posto di vino o birra, si doveva bere acqua minerale;
i pasti erano da calcolare minuziosamente sui computi delle vitamine e delle calorie prescritte dagli eugenisti a lui vicini.
Himmler amava i cerbiatti e definiva la caccia “un delitto a sangue freddo contro esseri innocenti”….
Il capo delle SS era prima di tutto un allevatore di polli.
Un destino che condivise con altri…:
Rudolf Hóss, il comandante di Auschwitz, aveva un negozio di macelleria;
Willi Mentz, guardiano a Treblinka, aveva fatto il mungitore di vacche;
Kurt Franz, ultimo comandante di Treblinka, era stato macellaio come Karl Frenzel, …
A Waldtrudering gli Himmler si stabiliscono con il cane, i polli, i conigli e un maiale.
“Le galline depongono male”, scrive Margaret a Himmler. “Appena due uova al giorno”.
La famiglia Himmler, alla fine della guerra, sognava di aprire una grande industria di allevamento di uova biologiche…
stravedeva per i tramonti,
ma soprattutto per i fiori.
E giunse così a ordinare la
produzione di erbe medicinali e
miele organico nel campo di concentramento di Dachau,
dove il dottor Fahrenkamp diresse una sorta di paradiso verde in mezzo al lager.

 

 

Auschwitz,Documento 52, Veduta generale della stazione agricola sperimentale di Raisko con serre e campi coltivati
Auschwitz. Vista generale della stazione agricola sperimentale di Raisko con serre e campi coltivati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

L’Istituto tedesco per la nutrizione e il cibo organizzò una rete di coltivazioni all’interno dei campi di concentramento in Polonia e Cecoslovacchia.
A Dachau la piantagione era diretta dal botanista austriaco Emmerich Zederbauer, che coordinava un gruppo di medici, farmacisti e tecnici di laboratorio.

 

 

 

Auschwitz, agricoltura sperimentale in serra
Auschwitz, agricoltura sperimentale in serra
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Ad Auschwitz, invece, Himmler aveva ordinato di coltivare una speciale pianta dell’est, la kok-saghyz, che riteneva avesse speciali poteri curativi.
Nella rete di venti campi di concentramento, Himmler organizzò la più grande coltivazione europea di erbe medicinali.
Himmler paragonava spesso il suo lavoro di selezionatore di gruppi etnici, disabili ed ebrei, a quello di un botanico: “L’affrontammo come un vivaista che tenta di riprodurre una vecchia varietà che è stata adulterata e svilita. Partimmo dai criteri di selezione delle piante e quindi procedemmo, con molta determinazione, a eliminare gli uomini che ritenevamo di non poter utilizzare”.

 


Heinrich Himmler is shown on the far right at the Dachau herb farm

 

Una speciale squadra agli ordini di Himmler lanciò una guerra contro la im patiens parviflora, un fiore boschivo giudicato “alieno” nelle campagne tedesche.
Il capo delle SS sognava poi di “creare una immensa zona naturale di flora e fauna in Polonia”.
Aveva persino proibito di usare fiori artificiali ai funerali e fu fiero di fare della Germania il primo paese europeo con delle riserve naturali.
Le lettere di Himmler alla moglie sono piene di riferimenti ai fiori, una sua ossessione.
In una missiva, Himmler racconta di averle spedito 150 tulipani dall’Olanda: “Di un colore, di due colori, non ne trovi così in Germania”.
I suoi ordini…il Reichsfishrer li firmava rigorosamente con dei lapis naturali. Di legno, mica di plastica.

Il testo completo è disponibile al link : http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Date=Today&ID=2014020126658341

_____________

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Heinrich Himmler nelle parole di Giulio Meotti: salutista,ecologista,anti-vivisezione,senza lussi,non sadico...
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-03-04
First posted on CODOH: March 4, 2018, 12:39 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a