L'ebrea springer elisa e il trasferimento degli ammalati di malaria da Auschwitz a Lublino-Majdanek
Published: 2014-04-23

.

 

La propaganda sterminazionista pretende che nei vari campi di concentramento tedeschi si gasassero gli ammalati perchè diventati solo "bocche inutili".

La dichiarazione. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La dichiarazione. Click...

In tale operazione propagandistica troviamo coinvolti voci di ex internati come l'ebrea springer elisa secondo la quale...

"ogni tanto veniva quel famigerato Dottor Mengele, faceva l'appello, bisognava uscire fuori dalla baracca completamente nude, ti guardava, ti faceva girare per vedere le spalle e bastava un foruncolo un po' più infiammato per essere subito portate alle camere a gas"...(1).

 

Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Click...

Poi , dimenticando quanto detto , contraddicendosi, si lascia sfuggire...

"Nel settembre del I944 ci fu un' epidemia di scabbia. Mi ammalai anch'io. "(2)

La scabbia è un pò più grave di "un"...ed evidentemente è stata curata ! Dichiarazioni schizofreniche! Ne deduciamo che l'ebrea springer non stava nel lager di Auschwitz-Birkenau dell'ebrea tedeschi natalia che, invece, afferma...

"Sono Natalia Tedeschi, sono nata a Genova il 19 giugno del 1922. Sono di famiglia ebrea...mi avevano detto tutte: ricordati di morire nel campo, se devi morire, ma non passare dal Revier, perché se vai al Revier non esci più. E io, disgraziatamente, ho avuto un'infezione alla gamba, che non camminavo più, sono dovuta andare al Revier per forza...sono entrata nel Revier...Sono stata al Revier immobile per quaranta giorni... E per quaranta giorni, ogni mattina entrava Mengele. Sai chi era Mengele? Era l'angelo della morte: un uomo bellissimoelegantissimo, col frustino in mano...Sono andata poi a lavorare nelle cucine..." (3)

Evidentemente l'ebrea springer stava in un Auschwitz-Birkenau dove vigeva un altro regolamento rispetto anche ad Auschwitz-Monowitz dove era internato l'ebreo levi primo che scrive di malattie in altro modo, diametralmente opposto a quello dell'ebrea springer!

Infatti il levi primo si ammala di scarlattina, non viene selezionato "per la camera a gas" come vorrebbe la propaganda sterminazionista, ma, nel gennaio 1945 in pieno tracollo militare,  viene ricoverato in Revier (infermeria) e  spara (4) che aveva

levi primo, "aver diritto".Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
levi primo, "aver diritto".Click...

” diritto a quaranta giorni di isolamento e quindi di riposo (“Se questo è un uomo. La Tregua” pag.190)

Quindi le testimonianze della tedeschi e levi sono in aperta contraddizione con quella dell'ebrea springer elisa, a sua volta in contraddizione con se stessa, senza dubbio alcuno! Qui abbiamo tre negazionisti ebrei in una volta sola!

Per noi il racconto della springer è solo trita, volgare, propaganda nera... tesa a fomentare l'odio anti tedesco e generare negli ascoltatori "emozioni"! Fino a prova documentale contraria.

Ad ulteriore "ufficiale" prova che non " bastava un foruncolo un po' più infiammatoper "andare nelle camere a gas" e che gli ammalati NON venivano "gasati" come pretende, testimoniando, l'ebrea springer, ma regolarmente curati coi mezzi a disposizione, introduciamo alcune citazioni dal Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939 - 1945, di Danuta Czech, dirigente del museo di Auschwitz, liberamente consultabile in rete sull'...

Ordine di trasferimento degli internati ammalati di malaria dal Kl-Auschwitz al KL-Lublino perché esso si trovava in una zona priva di zanzara anofele

1° 27.05.1943  Al Comando del KL Auschwitz perviene l'ordine del WVHA di trasferire 800 detenuti malati di malaria nel campo di concentramento di Lublino (Majdanek). La fonte citata dal Kalendarium è APMO, D-AuI-3a/283

2° 29.05.1943  Il capo del Dipartimento responsabile dell'impiego della manodopera, SS-Hauptsturmfuhrer Schwarz, si rivolge al capo della squadra di guardia del KL Auschwitz e chiede che gli siano messi a disposizione un ufficiale delle SS, un sottufficiale e 24 SS come scorta per l'immediato trasporto di 800 detenuti malati di malaria dal KL Auschwitz nel KL Lublino (Majdanek). La fonte citata dal Kalendarium è APMO, D-AuI-3a/289

3° 03.06.1943  542 detenuti e 302 detenute, malati di malaria, sono trasferiti dal KL Auschwitz nel KL Lublino (Majdanek). La fonte citata dal Kalendarium è APMO, D-AuI-3a/303, 304

4° 25.11.1943  dato ordine che nell'infermeria per detenuti e nelle baracche di convalescenza siano registrati tutti i detenuti malati di malaria. I detenuti malati di malaria sono trasferiti nel campo di concentramento di Lublino (Majdanek). Nel Kalendarium  non viene citata alcuna fonte.

"Tra il gennaio e il marzo 1944 al campo di Lublino furono trasferiti circa 20.800 detenuti malati provenienti dai campi di Buchenwald, Flossenbürg, Neuengamme, Ravensbrück e Sachsenhausen, tra i quali circa 2.700 invalidi da Sachsenhausen e 300 ciechi da Flossenbürg
Fonti:
- GARF (Archivio di Stato della Federazione Russa, Mosca), 7121-108-32, p. 97.
- Zofia Leszczyńska, Transporty więźniów do obozu na Majdanku (Trasporti di detenuti al campo di Majdanek), in: Zeszyty Majdanka, IV,1969, pp. 206-207.
- Transporty i stany liczbowe obozu (Trasporti e forza numerica), in: Tadeusz Mencel Ed., Majdanek 1941-1944. Wydawnictwo Lubelskie, Lublin 1991, p. 117.
- Danuta Czech, Kalendarium der Ereignisse im Konzentrationslager Auschwitz-Birkenau 1939-1945, per l’anno 1943 (in cui si evidenzia il trasferimento di 800 malati di malaria da Auschwitz al campo di Lublino)" (Fonte)

Ciò l'evidenza dai documenti! Perchè spendere tanti soldi in assurdi trasporti con sottrazione alla Wehrmacht di preziosissimo materiale rotabile? Perchè sanare "bocche inutili"? Per gasarle sane? Oggettivamente il racconto della gasazione degli ammalati ed inabili al lavoro risulta solo trita, volgare, propaganda nera,... e tale rimane fino a prova documentale contraria!

“Spesso gli scrittori intrecciano le proprie osservazioni dirette con frammenti di “sentito dire” la cui diffusione nel lager era capillare. La maggior parte delle inesattezze riscontrabili in questi testi è attribuibile alla confusione che i testimoni fanno tra ciò che hanno visto con i propri occhi e ciò di cui hanno sentito parlare"... (pisanty valentina,1998)

In ultimo una considerazione molto elementare: tale ebrea ha tenuto "lezioni" di "memoria" in una infinità di scuole e nulla esclude che abbia ripetuto quella oscena propaganda orrorifica del "foruncolo" a centinania, se non migliaia, di incolpevoli studenti! Purtroppo!

Note:

1) Fonte http://www.peacelink.it/pace/a/7013.html, ripresa da http://www3.comune.modena.it/cde/scuole/fiori/PAGINA3.htm

2) Fonte http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/il_silenzio_di_elisa.htm

3) Fonte http://www.sansepolcroliceo.it/olocausto/Reazioni_connivenze/Testimonianze_sopravvissuti.html ed anche http://www.testimonianzedailager.rai.it/testimoni/pdf/test_29.pdf

4) Il levi primo addirittura scrive su richiesta sovietica, nel 1946, a quattro mani col medico ebreo ex internato de benedetti leonardo, un "rapporto" sull'assistenza sanitaria nel campo di Auschwitz consultabile QUI e commentato QUI in un articolo disceso. Rapporto che contraddice apertamente le fantasie lisergiche Sull'assistenza sanitaria nel KL Auschwitz si leggano i primi tre paragrafi del primo capitolo della parte prima dello studio di Carlo Mattogno: “Auschwitz: assistenza sanitaria, ”selezione”e “sonderbehandlung”dei detenuti immatricolati” , cliccare QUI.

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: L'ebrea springer elisa e il trasferimento degli ammalati di malaria da Auschwitz a Lublino-Majdanek
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-04-23
First posted on CODOH: May 13, 2018, 11:28 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a