Dello strabismo di Amnesty International, Pussy Riots, storici revisionisti
Published: 2014-06-01

.

Uno dei nostri corrispondenti in occasione della "Giornata dei prigionieri politici" il 17 aprile, ha avuto la bell' idea di scrivere la seguente lettera (1) debitamente firmata: a

Amnesty_International_amnesy_amnesia_internazionale_holocaust_denials_negazionisti_revisionisti

 

 

 

 

 

 

 

 

- Amnesty international Nicolas KREMAYER 32 sq Jean Cocteau 78120 RAMBOUILLET
- Amnesty international  47 r de Paradie 75010 Paris
- Amnesty internationale 76 bd Villette,75949 Paris Cedex 19

Oggetto : La vostra giornata dei prigionieri politici.

Per questa giornata, mi aspetto che la vostra organizzazione si rivolga con forza contro l'Unione europea e tutti i suoi satelliti che imprigionano gli storici revisionisti della storia della seconda guerra mondiale. Le Pussy Riots hanno commesso atti riprovevoli che giustificano la loro incarcerazione in Russia. I revisionisti non hanno commesso nessun atto riprovevole. Hanno solo pubblicato i risultati delle loro ricerche.

horst_mahler-2007

 

 

 

 

 

E' scandaloso rinchiudere, in Germania, un avvocato di 78 anni, Horst Mahler, imprigionato dal 25 febbraio 2009 nella prigione di Brandenburgo/Havel, per 12 anni; avrà' 85 anni quando sara' liberato... Che cosa intende fare Amnesty International per difendere la sua libertà' d'espressione?

.

Wolfgang Frohlich

 

 

 

 

E' scandaloso rinchiudere, in Austria, un ingegnere chimico di 62 anni, Wolfgang Fröhlich, imprigionato dall'agosto 2007 nella prigione di Krems-Stein (aveva gia' fatto un anno e mezzo, sempre per la stessa ragione, nel 2003-2004) il 25 febbraio 2009, per 11 anni di prigione. Sara' liberato nel gennaio 2016...Cosa intende fare Amnesty International per difendere la sua libertà' d'espressione?

Ernst Zundel,on the right, and his attorney, Dr. Herbert Schaller-01-03-2010

 

 

 

 

E' scandaloso rinchiudere, in Canada e in Germania, uno storico di 70 anni, Ernst Zündel, per 7 anni di prigione. Cosa ha fatto Amnesty International Per difendere la sua libertà' d'espressione?

.

.

E' scandaloso rinchiudere in Germania, un giornalista politico di 50 anni, Axel

Click per ingrandire
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Click per ingrandire

, imprigionato dal 7 dicembre 2011 nella prigione di Bützow. Sara' liberato il 7 giugno 2015. Che intende fare Amnesty International per difendere la sua libertà' d'espressione?

.

.

.

Gerhard-Ittner

 

 

 

 

E' scandaloso rinchiudere, in Germania, un uomo politico di 55 anni, Gerd (un uomo che ha studiato archeologia, il sanscrito e l'indianismo !), imprigionato dal 18 settembre 2012 nella prigione di Bayreuth. Sara' liberato il 18 giugno 2015. Cosa intende fare Amnesty International per difendere la sua libertà' d'espressione?

.

.

E' scandaloso rinchiudere, in Germania, un vecchio infermiere a Auschwitz di 93 anni, imprigionato dal 18 marzo 2014 nella prigione di Bützow,che seppur condannato nel 1948 a 4 anni di prigione dalla Corte di Cracovia per aver lavorato a Auschwitz, ha gia' scontato quei 4 anni!). Aspetta il suo processo. Che intende fare Amnesty International per difendere la sua libertà' d'espressione?

Se siete degli uomini, urlatelo giovedì. Se non lo siete, peggio per voi e per la vostra coscienza, ma allora tacete! In attesa di vostre dichiarazioni ...

 

Click...

 
 
 
 
 
 
 
Click...

Al link la Risposta di Amnesty International per i revisionisti in carcere................

.

.

Considerazioni, dell'autore della lettera, alla risposta di Amnesty International

 24 maggio 2014

Oggetto: Risposta alla sua lettera del 20 maggio 2014

Cara Signora, ricevo la Sua lettera del 20 maggio 2014. Lei non

"puo' accettare che tre giovani donne siano condannate a due anni di campo per aver cantato in una chiesa contro il potere costituito"

ma accetta che revisionisti, dai 62 ai 75 anni, subiscano condanne che vanno dai 5 ai 12 anni di prigione per aver espresso il loro parere di storici su un soggetto particolare come quello della seconda guerra mondiale, revisionisti che lei spaccia per

"persone note per le loro posizioni neo-naziste e antisemite",

e decreta quindi che "incitano all'odio e alla violenza", e questo senza apportare la minima prova, certo, e' un'abile menzogna

Lei dice :

"di lottare per la protezione e la difesa dei diritti umani", ma decreta che i revisionisti non ne hanno diritto. Lei differenzia il "prigioniero per reato di opinione" dal "prigioniero politico" come "una persona imprigionata per la sua origine etnica, il suo sesso o il suo orientamento sessuale, il colore della pelle, la lingua ,o la nazionalità ", cio' che non dipende da un'opinione, piuttosto che per "sue convinzioni politiche o religiose" ecco, ci siamo, poiché' i revisionisti hanno proprio delle convinzioni politiche che disturbano il Sistema Costituito.

Aggiunge che "i prigionieri e le prigioniere per reati d'opinione hanno un punto in comune la non-violenza" e che e' "necessario che i prigionieri per i quali sosteniamo la libertà' siano pacifici".

I revisionisti, non avendo mai fatto ricorso alla violenza, a differenza dei loro avversari, appartengono a questa categoria "pacifici e non-violenti". Eppure non avete nemmeno difeso "il rispetto del loro diritto, il diritto a un processo giusto e a condizioni di detenzione rispettose, dei diritti umani" pretendendo inoltre che abbiano

"anche avuto il diritto a processi equi, e che siano stati giudicati secondo le leggi che proibiscono il razzismo e i discorsi di odio, comuni a numerosi paesi democratici, tra cui in particolare la Francia."

Vuol dire da una parte ignorare come quei processi fossero contrari ai diritti nazionali e internazionali, e come inoltre, quelle leggi, vedi la legge Fabius-Gayssot in FRANCIA, utilizzate per condannarli, siano leggi bavaglio degne dei processi staliniani.

Penso semplicemente che i suoi argomenti facciano comodo per giustificare la vigliaccheria della sua posizione su questo soggetto, cosa che non dovrebbe essere all'appannaggio di un premio Nobel "per la pace".

Note:

1) La lettera era stata pubblicata QUI

La traduzione è a cura di GV

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Dello strabismo di Amnesty International, Pussy Riots, storici revisionisti
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-06-01
First posted on CODOH: May 24, 2018, 12:53 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a