Legge anti libertà di espressione...Viagra per "far star sù" l'olocau$to!
Published: 2014-06-20

.

PREMESSA. La chiave di lettura di questa vicenda qual'è? Semplice! Nel termine "pubblicamente"!

Da 69 anni una moltitudine di soggetti vive, nel lusso, del monopolio dell'informazione su "fatti storici" che costituiscono la base del potere del sistema dell'usura bancaria, della finanza apolide! Ammettono pubblicamente che la "menzogna di Auschwitz" è... “il luogo della frattura da cui, con fatica, dopo la Shoah, sono sorte in Europa le democrazie“...! Quindi se non mantengono il monopolio dell'informazione pubblica ( ed internet appiattisce TUTTO trasforma "dotti", luminari, professori, esperti, in banali "uno dei tanti" che chiacchiera) TUTTI hanno la stessa valenza! La stessa credibilità agli occhi dell'internauta! Le "verità ufficiali" hanno lo stesso peso dei testi di un Mattogno, per esempio! L'"ipse dixit" storico NON vale più! Questo il dramma! Per il comune lettore queste note VALGONO le note di un hilberg! 

Fine premessa.

In foto l'autrice, quanto meno la presentarice, dell' "emendamento 1.700"

 

 

capacchione_legge_anti-negazionismo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'ultima versione dell'ultima chance degli sterminazionisti si chiama  "emendamento 1.700" del disegno di legge anti-revisionismo che intende modificare la liberticida legge Mancino, (emendamento presentato da Capacchione Rosaria, relatrice del "disegno di legge") questo il testo originale:

" Sostituire l’articolo con il seguente:“Art.1All’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

al comma 1, alla lettera a), dopo le parole: «ovvero istiga», è inserita la seguente: «pubblicamente»;

alla lettera b), dopo le parole: «, in qualsiasi modo, istiga», è inserita la seguente: «pubblicamente»;

dopo il comma 3, è aggiunto il seguente:

«3-bis. Per i fatti di cui al comma 1, lettere a) e b), e al comma 3, la pena è aumentata se la propaganda, la pubblica istigazione e il pubblico incitamento si fondano in tutto o in parte sulla negazione della shoah ovvero dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale ratificato ai sensi della legge  12 luglio 1999, n. 232.»

Quindi la "negazione della shoah" risulterebbe una aggravante per "fatti", ma nella compilazione MANCA una definizione di cosa si debba intendere col termine straniero "shoah"!
Quindi siamo a punto e a capo!
Chiesto più chiaramente: cosa trasforma una semplice pubblicazione, discussione pubblica, di una ricerca storica, o pubblici commenti su di essa, in una aggravante?

Ancor più semplicemente: non sarebbe stato meglio definire tecnicamente COSA si DEBBA intenda con "shoah"? 
E "NEGARE" COSA costituirà un'aggravante?

Ci sono in ballo anni di galera e decine di migliaia di euro di spese, spetterà, o no, al cittadino comune sapere COSA GLI E' CONSENTITO DIRE E COSA NO? 

Se capiamo bene ne sorte fuori che un ricercatore, un qualsiasi cittadino, che non compia altri reati specifici, non potrà essere indagato e processato, per citare un solo esempio, per aver negato validità ai racconti di sedicenti "testimoni oculari" di "gasazione" in camere a gas degli ammalati "!

A questo punto, inevitabilmente, ci chiediamo: 
- a cosa è servito tutto questo sperpero di soldi pubblici? 
- a cosa è servito lo spreco del tempo dei senatori, degli scrivani,dei servizi del Senato? 
- a cosa sono servite le audizioni dei "relatori esterni" o "specialisti dell'antisemitismo"?

Perchè per la compilazione del testo, o della descrizione dei "fatti" di $hoah, supportati da prove incontestabili,  da SCRIVERSI come "aggravante",  non si è ricorsi

- ad un professore  presso l'Università di studi sulla $hoah del museo della $hoah Yad Vashem di Gerusalemme?

- a qualche direttore scientifico del museo dell'olocau$to/$hoah?

- a qualche esperto della Task force internazionale per la didattica della $hoah in Europa?

O a tutti e tre? Chi meglio? Nessuno ci ha pensato? (1)

Se lo scopo dichiarato era quello di chiudere la bocca ai revisionisti "assassini della memoria", ciò che, forse, si otterrà sarà una "vittoria di Pirro"! Più chiaramente: olo-viagra!

Nota:

1) Avevamo scritto, anni addietro, della impossibilità tecnica di scrivere tale idiozia di testo di legge , motivando con l'assoluta INCAPACITA' degli storici professionisti , dei professori  dell'Università di studi sulla $hoah (sic!) del museo della $hoah Yad Vashem di Gerusalemme, dei direttori scientifici di musei dell'olocau$to/$hoah, di menopausate filosofe, di scrivere un qualsiasi testo credibile , con l'elencazione/indicazione dei fatti accertati e supportati da prove valide in ambito giudiziario, e nei fatti... NON lo hanno fatto! Detto tra noi, sono falsari, ma, non sono scemi! Cliccando QUI si accede all'articolo con le motivazioni.

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Legge anti libertà di espressione...Viagra per "far star sù" l'olocau$to!
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-06-20
First posted on CODOH: June 6, 2018, 5:08 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a