nirenstein fiamma, e l'olocausto nelle mai-esistite camere a vapore di Sobibor!
Published: 2014-10-22

.
nirenstein fiamma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'articolo è datato, 4 anni, ma ciò è irrilevante. La sua ripubblicazione serve a dimostrare l'estrema attualità dell'uso di riconosciuti falsi storici o dell'uso di "inesattezze" storiche da parte di soggetti "importanti"; soggetti che fanno informazione, votano leggi,  che hanno le pretese di preservare la "memoria" e di educare i giovani a... "cosa è stato"! 

L'ebrea nirenstein fiamma riesuma una falsità: l'esistenza ed uso delle "camere a vapor acqueo" omicide, sbagliando anche il luogo dove ciò si pretendeva e giurava fosse avvenuto! Infatti l'ebrea attribuisce tali camere all'ex KL di Sobibor, mentre la fabulazione standard sterminazionista l'attribuisce all'ex KL di Treblinka! Che le ultime letture storiche dell'ebrea nirenstein siano testi scritti nel 1945-6 dai propagandisti polacchi?  Se così non fosse... da dove ha tratto quella informazione? Andiamo oltre... sulla stampa del 13-11-2010 (1), tale nirenstein fiamma, sedicente ebrea, in relazione ad un fatto di cronaca (che non ci interessa) ha pensato bene di riesumare (ma quanto piace riesumare cadaveri!) la menzogna propagandistica polacca dell'uccisione degli ebrei tramite il... vapor acqueo! Questo un frammento della notizia:

" Io, ebrea, vi dico: avrei operato il malato neonazi

 (...) il dottore ebreo-tedesco che a Paderborn nel Nord Reno-Vestfalia ha rifiutato di operare il paziente trentaseienne con una vistosa svastica e un’aquila reale tatuate su un braccio, non l’ha abbandonato alla morte. Il paziente sta bene, operato da un sostituto. Ma la questione resta seria: vale da giustificazione che un ebreo abbia nella mente la pur immensa, straripante memoria dello sterminio nazista per rifiutare le cure a un neonazista, un antisemita, un malvagio idiota, tatuato con la svastica? La risposta, come dicevamo, è talmente palese da essere banale: sono passati più di 60 anni, il paziente ha 36 anni, e inoltre il medico cura sempre e comunque, e soprattutto chiunque. [Perchè non scrivere un SI oppure un NO?  Eppure poco avanti scrive..."Il medico che colpevolmente non ha voluto operare il neonazista"..! Di questo, comunque, non ci interessa molto.]
Adesso che l’abbiamo ripetuto, cerchiamo anche di capire il dottore: a 46 anni può essere figlio (2) o nipote, come sono quasi tutti quanti gli ebrei in Europa, di genitori e nonni gasati ad Auschwitz,  sterminati con l’acqua bollente (così era a Sobibor(...)

Questa è bella! Erano alcuni decenni che nessuno riprendeva la favola delle "camere a gas a vapore"! Dopo Norimberga era caduta nel dimenticatoio, ma efficientissima la nirenstein fiamma , laica che ha il "santo" sabato (!), lo ha recuperato! Brava!

Facciamo presente all'ebrea nirenstein che tali "camere a vapore" omicide(!)  NON erano attribuite al lager di Sobibor , bensì a quello di  Treblinka già dal 1942, da parte della propaganda nera del governo polacco in esilio a Londra. Le facciamo, anche, presente che per Sobibor la prima verità ufficiale fu l'uccisione tramite una "SOSTANZA NERA"! I il testimone Alexander Pechersky  lo scrisse nel 1946 in un racconto! Successivamente si optò per la meno demenziale versione dei gas di scarico di un motore diesel ! Citiamo...

..."Nel 1945 il Governo polacco stilò un lungo rapporto ufficiale per il processo di Norimberga, che fu presentato dai Sovietici come documento URSS-93....
Per Sobibor afferma laconicamente che «venivano uccisi in camere a gas», senza alcun accenno ai gas di scarico di motori. ..
La storia delle “camere a vapore” di Treblinka fu oggetto di un altro  rapporto ufficiale del Governo polacco. Esso descriveva come segue il “capo d’accusa n. 6” contro Hans Frank:
«Le autorità tedesche operanti sotto l’autorità del governatore generale dott.  Hans Frank istituirono nel marzo 1942 il campo di sterminio di Treblinka, destinato all’uccisione in massa di Ebrei mediante soffocamento in camere piene di vapore».
Il rapporto, redatto il 5 dicembre 1945, era accompagnato da una certificazione attestante  che esso era stato «presentato dal Governo polacco al Tribunale Militare Internazionale sotto le condizioni esposte nell’Articolo 21 (vdella Carta»[11]. 
Su Sobibor, le commissioni storiche ebraiche, che indagavano parallelamente alla magistratura polacca, raccolsero testimonianze non meno strampalate.
Leon Feldhendler, dichiarò:
«Il bagno era equipaggiato come se fosse davvero destinato a lavarsi (rubinetti per la doccia, arredamento confortevole). I bagni erano  locali di gasazione (gazowniami). Si gasavano 500 persone contemporaneamente. A volte si rilasciava una corrente di cloruro (czasem puszczano prąd chlorku), si provavano continuamente altri gas»[12].
 Zelda Metz asserì:
«Venivano  asfissiati col cloro (dusili chlorem). Dopo 15 minuti erano tutti asfissiati. Attraverso una finestrella si verificava se erano morti tutti. Poi il pavimento si apriva automaticamente. I cadaveri cadevano in un vagone di una ferrovia che passava attraverso la camera a gas e portava i cadaveri al forno»[13] .
--------------
[11] IMT, vol. XXXII, pp. 153-154.
[12] Dokumenty i materiały.Tom I, Obozy. Opracował mgr. N. Blumental.  Łódź, 1946, p. 204. La deposizione risale al 1945 o 1946.
[13] Idem, p. 211. Anche questa deposizione risale al 1945 o 1946. (...) (Fonte)

 

L'articolo.Click...
L'articolo.Click... 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Gran bel colpo per la credibilità della favola dell'olocausto ebraico!....ci manca solo che riesumi la storia del "sapone fatto col grasso degli ebrei", come ha sentenziato il suo simile wiesenthal simon (sul  soggetto 1 -- sul soggetto2), ma avrà tempo di farlo sicuramente!...Infine solo una curiosità: dove sono le prove  dell'utilizzo di tali "camere a vapore"? Fonte

...capito perchè si vuole censurare la libera ricerca storica non conformista e vietare la libertà di espressione pubblica sull'olocau$to ebraico? Semplicemente per poter continuare a fare affermazioni orrorifiche di questo tenore, preservativizzati dalla legge

 

Ultima chance. Click...
Ultima chance. Click...
 
 
 
 
 
 
 

taglia-lingua (3) che tanto "ci serve"!

[Sulla legge contro la libertà di espressione, tanto invocata e definita ultima chance, abbiamo qui la raccolta completa dei posts presenti su questo sito.]

Note

1) Fonte http://www.ilgiornale.it/news/io-ebrea-vi-dico-avrei-operato-malato-neonazi.html

2) Resta un mistero sul come si possa essere figli, di 46 anni, (nel 2010) di un padre GASATO ad Auschwitz !  Passi per il nipote di un nonno o che il medico avesse più di 66 anni! Soliti miracoli/misteri/dogmi semiti. C'è chi apriva il mare, chi è nato da una madre rimasta vergine dopo il parto! Quindi ci sta anche d'essere nati 46 anni fa da un padre morto gasato ad Auschwitz 66 anni fa, 20 anni prima del concepimento, è tutto perfettamente logico, anzi... olo-logico!

______________


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: nirenstein fiamma, e l'olocausto nelle mai-esistite camere a vapore di Sobibor!
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-10-22
First posted on CODOH: Aug. 26, 2018, 12:23 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a