Krancic: Charlie Hebdo? Non colpisce il vero potere
Published: 2015-01-16

.

Poche semplici parole per identificare gli effetti pratici dell'attentato a Charlie Hebdo: ..."Quegli attentati sono stabilizzanti per il potere"...  Olodogma

____________________________________________________________________________

  di Adriano Scianca

Vignetta di Krancic
Vignetta di Krancic
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Roma, 13 gen (2015) – È un vignettista anche lui, ma c’è da giurare che nessuno gli dedicherà mai un hashtag. Perché è facile scandalizzare mettendo alla berlina la religione. Meno facile è toccando i veri nervi scoperti del politicamente corretto. Alfio Krancic è probabilmente il più noto vignettista non conforme, grazie alle sue vignette che da 40 anni mettono alla berlina i luoghi comuni del pensiero dominante. Degli attentati a Charlie Hebdo dichiara: “Sono rimasti shoccato, ma poi ho capito che io non sono Charlie. Quegli attentati sono stabilizzanti per il potere”.

 

 

 

 

Alfio Krancic
Alfio Krancic
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Krancic, che cosa ha provato quando ha saputo dell’attentato a quelli che in fondo sono suoi colleghi?

All’inizio sono stato scosso. Voglio dire, erano dei disegnatori, dei giornalisti… Sono stato shoccato e indignato. Riflettendoci bene, però, al di là delle uccisioni che sono sicuramente ingiustificabili, ho anche pensato che no, je ne suis pas Charlie.

Perché?

Perché i contenuti di quella satira rappresentano una cultura sessantottesca e nichilista. È la fase terminale del ’68, del “vietato vietare”, in cui ognuno si fa i fatti propri.

Si dice che la satira non possa avere limiti…

È una cazzata. Lo dice chi non sa più fare satira. È come andare a dare martellate alla Pietà di Michelangelo per fare una provocazione. No, non ci siamo proprio. Quella di Charlie Hebdo è una satira completamente fuori bersaglio…

In che senso?

La satira deve colpire i simboli del potere. Deridere il cristianesimo è come sparare sulla croce rossa. Oggi la satira deve colpire il totalitarismo moderno: krancic 2il politicamente corretto, la pretesa che non si possa più parlare in un certo modo e di certi gruppi, il neopensiero orwelliano, l’omologazione, l’alta finanza… Che cavolo c’entra la religione? È un falso obbiettivo.

Se lei passasse un guaio per una sua vignetta crede che si leverebbero voci a difenderla? Insomma, è plausibile pensare a un “Je suis Krancìc”?

Non esiste. La settimana scorsa ho fatto una vignetta su Greta e Vanessa. Su Twitter ho ricevuto minacce, insulti, maledizioni. Quando colpisci i nervi scoperti è sempre così. Ma di certo non c’è stata alcuna mobilitazione. Per carità, si tratta solo di Twitter, ma non credo succederà mai nulla di simile in ogni caso.

E degli attentati francesi in generale cosa ci dice?

Che sbaglia chi pensa a una strategia destabilizzante. Al contrario, sono attentati stabilizzanti. Ora Hollande e il socialgollismo si sono compattati. Altro che scontro di civiltà… Il problema è creare conflitto in Europa per stabilizzare il potere e magari varare leggi speciali. E con questo sarebbe la fine dell’Europa.

Adriano Scianca

Fonte http://www.ilprimatonazionale.it/cultura/charlie-hebdo-intervista-vignettista-alfio-krancic-13823/

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Krancic: Charlie Hebdo? Non colpisce il vero potere
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2015-01-16
First posted on CODOH: Oct. 5, 2018, 11:13 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a