E' credibile Donatella Di Cesare ? (Holocau$taliban nacht der langen Messer?)
Published: 2015-02-09

.

donatella di cesare,ebrea,2011

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il post, inteso come relazione col preteso olocau$to ebraico, è al limite quasi massimo, diciamo "tangente" per un punto: l'ebrea di cesare donatella esther è apertamente sterminazionista e situata tra coloro che non ritengono il "negazionismo" del cosiddetto olocau$to (in realtà normale revisione storica), un normale metodo di ricerca sui fatti storici, infatti afferma...

"Sono stata tra i primi a sostenere la necessità dell'introduzione in Italia di una legge contro il negazionismo"  ..."mi interessa insistere sulla necessità dell'introduzione di un reato specifico perché chi nega l'Olocausto commette un crimine"  ..."Chi nega non fa altro che attentare ai fondamenti della democrazia"..."Le nostre democrazie..."sono nate sulle ceneri di Auschwitz"..."I negazionisti non vogliono ricercare la verità, ma, lo ripeto, attentare ai fondamenti della democrazia ".(1) ..."È necessario dunque che la legge, di cui in Italia si è fatto promotore Riccardo Pacifici, sanzioni coloro che oggi fanno apologia del crimine negandone l esistenza"... (2)

 

La stessa è stata candidata nelle elezioni interne alla comunità ebraica, presentatrice ai deputati delle motivazioni a supporto del DDL 54 Amati ed altri contro il "negazionismo"...  Quindi un soggetto ben allineato e coperto con la israel-holocau$t-lobby e il suo isterico (della lobby) "piano di sterminio" del "negazionismo", tramite persecuzione giudiziaria, perquisizioni, sequestri, processi, multe-risarcimenti, carcere. (3)

 

 

Click...
Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Sic stantibus rebus, l'ebrea di cesare, dopo la pubblicazione nel 2014 di  "Heidegger e gli ebrei",  ha avuto l'idea di pubblicare un articolo  sui " taccuini degli anni 1942-48" di Martin Heidegger, apriti cielo! Presentiamo alcuni commenti tratti da "informazionecorretta"... Colpisce (si fa per dire, ovvio!) la reazione dei sionisti...

 

 

Originale. Click...
Originale. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

1) Giorno 07.02.15: ...<<Lo leggeremo e lo commenteremo domani. Non possiamo però non porci una domanda, non nuova per la verità, sulla credibilità dell'autrice. Ci chiediamo, cioè, come sia possibile ritenerla equidistante leggendo quando ha scritto - e quanto scrive- sul filosofo nazista, essendo la medesima vice-presidente della Fondazione intitolata a Martin Heidegger.

 

 

 

 

Martin Heidegger-Gianni Vattimo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E, non meno significativo, grande amica del filosofo Gianni Vattimo, che di Heidegger è stato allievo e diffusore in Italia del suo 'pensiero'.  Una domanda inquietante, che merita una risposta.>> (4)

2) Il giorno successivo 08.02.15, la stessa fonte sionista ri-batte il ferro caldo...

<<Abbiamo pubblicato ieri una breve anticipazione, definendo perlomeno ambigua la posizione della Di Cesare nel confronti del pensiero del filosofo nazista. Ci correggiamo, dopo aver letto il pezzo che segue. Niente più ambiguità ma complicità. Non più giustificazioni, come la definizione di 'antisemitismo metafisico' che la Di Cesare usa per sminuire l'odio verso gli ebrei del filosofo, ma una ricostruzione tesa ad assolverlo. La Di Cesare è, non dimentichiamolo, vice presidente della 'Fondazione Martin Heidegger', questo vorrà pur dire qualcosa. Non aggiungiamo altro, la lettura del suo pezzo non si presta ad interpretazioni che ne sminuiscano il giudizio. Patetico poi il tentativo di trovare un sodale nel filosofo israeliano che cita alla fine del suo pezzo. >> (5)

Senza mezzi termini si spara una "complicità" nei  "confronti del pensiero del filosofo nazista"!

3)  08.02.15 Gli interventi contro l'ebrea  continuano con l'ebreo volli ugo...

...<< ha fatto anche bene a esprimere un duro giudizio su Donatella Di Cesare...Questo testo fa veramente impressione per il modo neutro e acritico in cui si racconta la “riflessione filosofica e analisi puntuale degli avvenimenti storici”, annunciando tranquillamente che “questo volume è destinato a lasciare il segno soprattutto perché cancella un luogo comune della filosofia del Novecento: il «silenzio di Heidegger» dopo Auschwitz”. Non c'è stato nessun silenzio per fortuna, sembra dirci Di Cesare; in effetti Heidegger si è limitato a definire il secondo conflitto mondiale come la guerra fra tedeschi ed ebrei (che è una tesi ripetuta spesso da Hitler) e quando ha ritenuto di occuparsi della Shoà... l'ha definita “autoannientamento degli ebrei”. Ad Auschwitz, secondo Heidegger, gli ebrei si sono suicidati e così in tutti gli altri infiniti luoghi di sterminio...La maestrina Di Cesare, o forse la vicepresidente non pentita della “Società Heidegger” spiega compunta: chi ha letto il mio ultimo libro non può meravigliarsi di questa idea dell' ”autoannientamento”: ”Rigoroso e coerente, Heidegger non fa che trarre la conclusione da tutto quel che ha detto in precedenza. Gli ebrei sono gli agenti della modernità; ne hanno diffuso i mali. Hanno deturpato lo «spirito» dell’Occidente, minandolo dall’interno. Complici della metafisica, hanno portato ovunque l’accelerazione della tecnica". “ “Rigoroso e coerente” Heidegger... ebrei “agenti della modernità”, “diffusori della tecnica”, “complici” dei mali... che roba! Non voglio citare di più, per evitare di dover dire che cosa penso di questa persona, che ha avuto perfino l'ardire di candidarsi qualche tempo fa al Consiglio dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e si spaccia per filosofa di riferimento dell'ebraismo.>>...<< Perché il problema non è Di Cesare, che tutto sommato è solo vicepresidente - lo ripeto, non pentita,>>...<<mi chiedo non tanto se dobbiamo prendere sul serio l'ideologia anarchica che si pretende ebraica di Donatella di Cesare>>... (6)

Immaginiamo per un attimo fosse in vigore la legge anti negazionismo tanto necessaria... Legge "Amati et alii"... Apologia?...perchè no... ? Divertente! Per noia e vomito irrefrenabile ci fermiamo qui.

 Note

1) Fonte http://www.panorama.it/news/marco-ventura-profeta-di-ventura/negazionismo-legge/
2) http://www.keshet.it/public/kesh%2017%20-%20donatella%20di%20cesare.pdf?idtesto=775

3) La performance di di cesare donatella esther sul "sapone fatto con gli ebrei! http://olodogma.com/wordpress/2014/02/17/0593-ricerca-storica-buona-o-cattiva-dipende-solo-se-sorregge-o-meno-la-memoria-del-sapone-fatto-con-gli-ebrei/

4) Fonte http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=2&sez=120&id=57119

5) Fonte http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=2&sez=120&id=57131

6) Fonte http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=115&sez=120&id=57135

0


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: E' credibile Donatella Di Cesare ? (Holocau$taliban nacht der langen Messer?)
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2015-02-09
First posted on CODOH: Nov. 2, 2018, 4:10 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a