Lettera dell'avvocato Z. Mahi all'ambasciatore tedesco... deploro il carcere per i revisionisti
Published: 2014-02-13

.

Riceviamo e pubblichiamo...

3 Ottobre 2003 in Leipzig. Da sin. Axel Reitz , Hartmut Wostupatsch, Axel Reitz, Yvonne Mädel, Gerd Ittner, Christian Worch,

Immagine fuori testo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

<< Il prigioniero revisionista Gert (Gerhard) Ittner ci ha inviato, recentemente (31 gennaio), il testo di una lettera che un avvocato francese, Z. Mahi, ha indirizzato all'ambasciatore della Germania in cui deplorava l'incarcerazione dei nostri prigionieri nel suo paese. Abbiamo chiesto a quest'avvocato l'autorizzazione a diffondere la sua lettera; la risposta ci é arrivata con questo commento: “Mi assumo la responsabilità di ogni parola e potete pubblicarla. D'altra parte, sino ad oggi non ho avuto risposta.” Ecco quindi questa lettera, alla quale i nostri corrispondenti potranno ispirarsi per eventualmente scrivere, a loro volta, all'ambasciatore tedesco:

Parigi, il 24 gennaio 2015

Signor Ambasciatore di Germania,

Eccellenza,

 

 

Click...
Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Sono un avvocato dell'ordine di Parigi e i diritti dell'uomo e la libertà di espressione sono per me delle libertà fondamentali per le quali bisogna battersi senza sosta.

E' con gioia e speranza che ho visto, l'11 gennaio 2015, nel primo rango dei capi di Stato la Signora Angela Merkel sfilare per la libertà di espressione e contro il terrorismo cieco che ha ancora colpito dei giornalisti come i 17 che sono morti a Gaza nel luglio 2014 e per i quali nessuno ha manifestato. Ma, dall'altra parte, sono turbata nel sapere che i Tedeschi, suoi compatrioti, sotto accuse discutibili sono condannati a pene di prigione molto pesantinon perché abbiano ucciso dei giornalisti ma perché si sono espressi, credevano, liberamente su alcuni soggetti, che sembrerebbero tabù [L'avvocato non cita espressamente, ma il riferimento è chiaramente ai revisionisti del cosiddetto olocau$to internati in Germania ( vedi QUI ), ndolo]. Se i musulmani stimano che ci siano degli argomenti tabù come la rappresentazione del loro profeta, al punto da uccidere e che il mondo intero si sia

 

 

Click...
Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

sollevato per dire “La libertà di espressione é sacra, non c'è nulla che sia tabù”, come può un paese democratico come la Germania, che non é una tana di integristi medioevali, sostenere ancora che ci siano soggetti tabù?

Volevo porle questa domanda ; forse mi risponderà se i suoi impegni, che so essere schiaccianti, le lasceranno il tempo di farlo.

La prego di credere, Signor Ambasciatore, nella mia perfetta considerazione.

Z.Mahi, avvocato. >>

La traduzione è a cura di GV

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Lettera dell'avvocato Z. Mahi all'ambasciatore tedesco... deploro il carcere per i revisionisti
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-02-13
First posted on CODOH: Nov. 6, 2018, 8:07 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a