Faurisson "sorridente e inflessibile Ursula Haverbeck"
Published: 2015-06-10

Robert FAURISSON

 8 giugno 2015

 

 

 

 

 

["Ich bin Ursula",  https://www.youtube.com/watch?v=J1CVP97g-Uc ]
Paul Eisen (1), ebreo britannico e revisionista, ci trasmette un video di Lady Michèle Renouf relativo a Ursula Haverbeck, <<la grande dama tedesca>>; che conduce nel suo paese, a viso scoperto, una lotta eroica contro <<la menzogna dell'olocausto>>. Durante la sua visita a casa mia l'8 gennaio 2014, ero stato colpito dalla sua franchezza, dalla sua chiarezza, dalla sua energia e dalla sua determinazione. Quando si conosce la ferocità con la quale in Germania si esercita la repressione del revisionismo, non si puo' che ammirare questa emulatrice di Sylvia Stolz, <<la Giovanna d'Arco tedesca>>.

In Francia, da anni, non smetto, in ogni modo, di dire a coloro che accusano la Germania di aver elaborato e utilizzato un'arma di distruzione di massa chiamata <<camera a gas>>: <<mostratemi o disegnatemi una camera a gas [nazionalsocialista]
Non ho mai ricevuto risposta se non una dichiarazione firmata da 34 storici francesi che conteneva il seguente passaggio:
<<Non bisogna chiedersi come, tecnicamente, un tale omicidio di massa sia stato possibile. E' stato possibile tecnicamente poiché c'è stato>> (2) (Le Monde, 21 febbraio 1979).
Negli Stati Uniti, Bradley Smith lancia, in particolar modo alle università americane, la seguente sfida: <<Datemi il nome, con prova, di un ebreo che sia morto in una camera a gas [nazionalsocialista]»; e nemmeno qui alcuna risposta.  Ursula Haverbeck, da cinque anni, rivolge agli organi più competenti del suo paese la domanda : <<Dove sono morti i sei milioni di ebrei?>>; silenzio totale, anche lì.(3)
Questa specie di silenzio si accompagna, a seconda dei casi, a grida d'indignazione, insulti, misure di ritorsione professionale, di polizia, giudiziarie, mediatiche. Nel caso di Ursula Haverbeck, della quale ho parlato in questi giorni, la polizia e la giustizia tedesche si sono mostrate poco attive e hanno addirittura, dopo alcuni processi, tentato la politica del silenzio.

 

 

Sylvia Stolz, Michèle Renouf, Ursula Haverbeck. Click...
Sylvia Stolz, Michèle Renouf, Ursula Haverbeck. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Solo nel 2015, dopo le clamorose interviste pubbliche della <<grande dama tedesca>>, di 87 anni, la polizia e la giustizia del suo paese hanno infine deciso di perquisire il suo domicilio per  6 ore,  il che lascia presagire gravi noie giudiziarie.
Ma, come Lady Renouf, come Sylvia Stolz, Ursula Haverbeck rifiuterà di ubbidire alla <<ingiusta forza della legge>>.  Ursula Haverbeck apre, nel cuore della Germania, una nuova era nella storia del revisionismo storico.(4)(5)

Note

1) http://pauleisen.blogspot.co.uk/2015/06/i-want-to-tell-british-people.html
2) Faurisson si riferisce ai 34 storici standard francesi firmatari del seguente irrazionale testo, vero concentrato di scaltra “saggezza” (da leggersi fifa, impotenza argomentativa)…

…”Non bisogna chiedersi come, tecnicamente, un tale massacro di massa è stato possibile. È stato tecnicamente possibile perché è avvenuto. Tale è il punto di partenza obbligato di ogni ricerca inchiesta su questo argomento. Questa verità, ci spettava semplicemente di ricordarla: non c’è e non ci può essere alcun dibattito circa l’esistenza delle camere a gas” … (pubblicato su  Le Monde, del 21.02.1979)
…”Ce texte a été signé par les historiens dont les noms suivent et qui travaillent ou enseignent au Collège de France, au C.N.R.S., dans les universités de Paris et de province, à l’École des hautes études en sciences sociales, à l’École pratique des hautes études (gli autori e firmatari di tanta resa incondizionata furono)  Philippe Ariès, Alain Besançon, Robert Bonnaud, Fernand Braudel, Pierre Chaunu, Monique Clavel-Levêque, Marc Ferro, François Furet, Yvon Garlan, Jacques Julliard, Ernest Labrousse, Jacques Le Goff, Emmanuel Le Roy Ladurie, Pierre Levêque, Nicole Loraux, Robert Mandrou, Claude Mossé, Roland Mousnier, Jacques Néré, Claude Nicolet, Valentin Nikiprowetzky, Evelyne Patlagean, Michelle Perrot, Léon Poliakov, Madeleine Rebérioux, Maxime Rodinson, Jean Rougé, Lilly Scherr, Pierre Sorlin, Lucette Valensi, Jean-Pierre Vernant, Paul Veyne, Pierre Vidal-Naquet, Édouard Will”…

3)  Il video è disponibile qui, cliccare
4) Fonte BO5198090615. Traduzione a cura di GV
5) Sulla sconcertante pratica repressiva della libertà di espressione dei cittadini revisionisti attuata in Germania si veda il nostro post: Quanto si reprime il Revisionismo storico nel GROD / TERRA RIEDUCATA (Germania.)Rapporto su 17 anni di inquisizione olocau$tica in Germania


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Faurisson "sorridente e inflessibile Ursula Haverbeck"
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2015-06-10
First posted on CODOH: Jan. 27, 2019, 3:57 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a