Incitamento all'odio razziale tramite posta privata! Tedesco condannato
Published: 2015-10-26

.

La posta privata diventa corpo del reato!... 
non ci si trova più negli shammanshim
(servi del sabato), ma nei servi in SPE 
(servizio permanente effettivo)!

 

 

Immagine 1,FT. Click...
Immagine 1,FT. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

<< Su "Wetzlarer Neue Zeitung", giornale della regione di Wetzlar (nel Land di Hesse), il 22 ottobre (2015), troviamo un articolo firmato da Gert Heiland e seccamente intitolato "Il negatore dell'Olocausto deve pagare".
Si tratta di un processo che si è svolto ieri giovedì  contro un revisionista di cui ignoriamo ancora il nome.
Ex insegnante di 70 anni, di Francoforte, quest'ultimo è stato condannato per incitamento all'odio razziale e diffamazione.
 Il tribunale si è trovato davanti un dossier dello spessore di 60 centimetri e contenente numerose denunce; l'accusato aveva inviato delle lettere revisioniste non sempre cortesi a studenti, a capi religiosi, a uomini politici, a sindacalisti...
Il suo avvocato aveva dichiarato  che le lettere sono una cosa privata, che sono state inviate a persone  specifiche e non avrebbero dovuto essere rese pubbliche. L'insegnante è stato riconosciuto colpevole per nove casi d'incitamento all'odio razziale e per tre casi di diffamazione. Dovrà pagare una multa di  11.375 euro (175 giorni di multa a 65 euro al giorno; la procura aveva chiesto chiesto 70 euro).>>(1)(2)(3)

Note
1) Fonte della traduzione: BO530123102015
2) Traduzione a cura di GV
3) Fonte originale: http://www.mittelhessen.de/lokales/region-wetzlar_artikel,-Holocaust-Leugner-muss-zahlen-_arid,576558.html

_


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Incitamento all'odio razziale tramite posta privata! Tedesco condannato
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2015-10-26
First posted on CODOH: April 13, 2019, 5:23 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a