Museo della Shoah di Roma: 11 licenziati..."avviato un contenzioso legale"
Published: 2015-11-14

.

Affondato lo staff tecnico della fondazione museo della shoah di Roma, 
due (sembra) i sopravvissuti!

Noi sapevamo che il solo…<< Comune di Roma ha approvato lo stanziamento per l’anno 2015 per la Fondazione Museo della Shoah onlus, pari a 268mila euro>>...(1)
Gli altri soci  fondatori della Fondazione:
1- Regione Lazio (contribuente) 
2- Provincia di Roma (contribuente)
3- Comunità ebraica di Roma (non risulta contribuente) 
4- Associazione Figli della shoah (non risulta contribuente) 
5- Unione delle comunità ebraiche italiane (non risulta contribuente) 
Il "non risulta contribuente" è dovuto alla mancanza di informazioni sui reali contributi e ci rifacciamo alle dichiarazioni sulle entrate relative all'anno 2010:
a- 400.000 euro dal Comune di Roma
b- 250.000 euro dalla Regione (Lazio)
c- 100.000 euro dalla Provincia (Roma)
d-  10.000 euro da privati 
e-  62.000 euro da Comune di Roma e MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca)” 
...da cui risulta che gli unici "soci fondatori" che mettono la mano al portafoglio sono Comune, Regione e Provincia!
Il totale delle entrate previste per il 2011 era di € 884.000,00. ( tutti i dati sono rilevati da: http://www.agenzia.roma.it/documenti/bilanci/35.pdf) (2)
Qualche soldino, quindi, entrava!
Si è forse prosciugata la fonte, o ridotta drasticamente?
O, forse, i licenziati erano stati assunti con modalità non più compatibili col fatto che una... "una fondazione partecipata da enti pubblici deve rispettare tutte le norme previste in materia di assunzione del personale"?
Un fatto fa intuire qualcosa del genere, la notizia che segue ci dice qualcosa di più...

 

 

Immagine-1, FT. Click...
Immagine-1, FT. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

(...) << Undici collaboratori del Museo della Shoah di Roma...hanno annunciato la sera del 15 ottobre (2015, ndolo) che non avrebbero partecipato all'inaugurazione della nuova sede del museo...la loro posizione contrattuale non è stata rinnovata e di aver avviato un contenzioso legale. Tra gli undici firmatari anche Lia Toaff, nipote dello storico rabbino capo Elio scomparso poco tempo fa. «... nessuno ha pensato di renderci in alcun modo partecipi all'iniziativa, di cui siamo venuti a conoscenza tramite terzi»...«...abbiamo organizzato...  viaggi di formazion..... la Fondazione ha deciso di non rinnovare i nostri contratti di lavoro a progetto, costringendoci ad avviare un contenzioso legale. Dopo il cambio dei vertici nel Consiglio di amministrazione e una serie di promesse non mantenute, non abbiamo infatti ricevuto alcun riscontro circa la nostra posizione...».

Firmato...Daniela Brignone, Marco Caviglia, Yael Calò, Roberto D'Angeli, David Di Consiglio, Gabriella Yael Franzone, Damiano Garofalo, Marco Juric, Libera Picchianti, Giulia Piperno, Lia Toaff.>>(3)
_____________________________________________

I contratti a termine dei "licenziati" erano scaduti tra marzo e giugno 2015

Questo quanto dichiarato dai "licenziati". Sul tema riportiamo un sunto di un articolo del Corriere della sera del 30.07.15

<< il nuovo corso dovrà superare problemi e polemiche, cominciando dalla riorganizzazione della squadra di ricercatori ...Ci sono ancora passaggi burocratici da compiere come un'ulteriore deroga del governo al patto di stabilità, dopo quella concessa dal governo Monti....
Ma il nodo principale delle polemiche in questo momento, che ha anche portato alle dimissioni del precedente presidente Leone Paserman, sono le future assunzioni nella Fondazione.... spiega il presidente Mario Venezia...si tratta di trovare un punto di equilibrio... fra il pieno rispetto della normativa del jobs act e la necessità di non privarsi di questo patrimonio di conoscenze». 
...Leone Paserman, che pochi mesi fa ha presentato le dimissioni. diventate irrevocabili lunedì,...anche perché «ero rimasto solo.
Noi avevamo dei contratti a progetto che erano scaduti tutti tra marzo e giugno e quindi non avevo più nessun collaboratore...ero in condizioni di non poter più lavorare: non avevo né segreteria, né amministrazione, né personale». 
...la Corte dei Conti nel 2013 aveva espresso un parere «molto articolato nel quale era riportato che una fondazione partecipata da enti pubblici deve rispettare tutte le norme previste in materia di assunzione del personale - spiega Paserman-. 
Noi avevamo regolarissimi contratti a progetto, adesso si devono fare i nuovi bandi». 
Prima vi erano 19 persone part-time, forse diventeranno qualcuna di meno full-time...Stanno preparando i bandi prosegue Marcello Pezzetti>> ...

Garrone Lilli >> (4)

Se capiamo bene non sarebbe che un licenziamento temporaneo in attesa dei "bandi" di concorso e per passare "full-time", sempre che i licenziati vincano il regolare concorso!

Note
1) Fonte Il Messaggero, di Roma, del 16.06.15. Copia da http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Date=Today&ID=2015061630538481
2) Ulteriori informazioni su tale museo si trovano qui
3) Fonte: http://80.241.231.25/ucei/Viewer.aspx?Date=Today&ID=2015101731481266
4) Pubblicata su Corriere della Sera, pag.08, 30 Luglio 2015;
Link: http://archiviostorico.corriere.it/2015/luglio/30/Museo_della_Shoah_ripartenza_con_co_0_20150730_0864ab06-367e-11e5-8bc5-e14460b66c32.shtml


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: Museo della Shoah di Roma: 11 licenziati..."avviato un contenzioso legale"
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2015-11-14
First posted on CODOH: April 25, 2019, 9:05 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a