...in sul calar della sera fin a notte inoltrata, riflessioni sulla democratica repressione della libertà di espressione
Published: 2016-03-15

.
In sul calar della sera fin a notte alta...riflessioni
sulla repressione della libertà di esprimersi pubblicamente

[Il "Grande Inquisitore" concede la libertà di esprimerci... privatamente! ]

 

 

 

$$$_ galileogalilei,inquisizione,revisionismo,faurisson,revisionisti,negazionisti
Immagine-1. Galielo, 34 storici francesi, camere a gas, repressione libertà di espressione. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Presentiamo uno dei rarissimi esempi di libera discussione pubblica (esattamente ciò che si aveva avuto la pessima idea di proibire con la neutralizzata proposta di legge tendente all'invenzione/creazione di un nuovo reato contro la libertà di espressione: il "reato di negazionismo"...che tanto "ci serve"!)  tra parti avverse sul preteso olocau$to ebraico, in particolare la sezione dove si discute della violenta repressione del dibattito con conseguente auto-omologazione degli storici alla versione politicamente-civilmente-conveniente...
_________________________________________________________

(...)
D- "Fin quando chi mette in dubbio l'olocausto ebraico sarà perseguitato non si può affermare che sia un fatto accertato storicamente. La storia compie il suo percorso quando è libera da condizionamenti" (1)

M- "Non è dimostrabile che tutti gli storici che hanno accertato l'olocausto lo abbiano fatto o er paura di ritorsioni legali o sociali" (2)

D- "Controbattere a cosa, ma pensi di prendere tutti per scemi? Tu a questo concetto chiaro e limpido non sai rispondere NULLA. Chi mette bocca sull'argomento è perseguitato, e questo è innegabile. INNEGABILE.
Voglio una risposta chiara di fronte a chi ti legge in questo forum:
L'olocausto ebraico può esser discusso liberamente in occidente o è un argomento condizionato?" (3)

M- "La risposta chiara é NO.
Adesso vediamo quanto sarà chiara la tua risposta (ma so già che non arriverà altrettanto chiara)
CHIUNQUE NON NEGA L'OLOCAUSTO LO FA NECESSARIAMENTE PER PAURA DI RITORSIONI LEGALI O SOCIALI?
Voglio una risposta chiara di fronte a chi ti legge su questo forum. SI o NO.
Come ho fatto io" (4)

D- "Chiaro che no. Ma se ammetti che l'olocausto non è argomento libero(evidenza palese) allora di che storiografia "accertata" vai parlando. Quale evoluzione libera vi può essere in questo senso?" (5)

M- "Se hai appena risposto di no alla mia domanda significa che ammetti che la storiografia contemporanea ha accertato i fatti sull'olocausto NON necessariamente in virtù delle pressioni.
Se mi dici che invece il processo revisionistico in proposito è pesantemente influenzato dal clima sacrale che permea le vicende olocaustiche non posso che darti ragione. Però anche qui va dimostrato quanto i revisionisti (quelli veri. Non i negazionisti) evitino di spingersi troppo oltre per paura di ritorsioni e quanto lo facciano per intima convinzione. Ecco perché l'esistenza di pressioni esterne di per se non basta a dimostrare la scarsa presa che il negazionismo esercita sulla comunità scientifica" (6)

M- "In definitiva se non esistessero pressioni i revisionisti sarebbero assai più liberi nella loro interpretazione dei fatti, ma non è assolutamente dimostrabile che correrebbero ad abbracciare le tesi negazioniste" (7)

D- "In definitiva, visto che su questo argomento:
la storiografia non è libera
l'informazione non è libera
e l'opinione pubblica stessa è seguentemente condizionata
Si può affermare che nessun processo storico è stato "accertato" proprio in quanto non vi è una discussione libera e senza pesanti condizionamenti.
PS: E' divertente vedere Meroving che si affanna per trovare la chiave retorica per scardinare un concetto pulito e lineare come quello sopra esposto" (8)

TN- "Sulla questione "sterminio degli ebrei" esistono oggi opinioni contrastanti; in Germania e Austria quelle che lo negano sono sanzionate da una giustizia politica. Perciò non è possibile prendere posizione al proposito; ci si deve astenere, fintantoché non sia stato ripristinato il diritto costituzionale alla libera manifestazione delle opinioni.
(Joachim Nolywaika, Die Sieger im Schatten ihrer Schuld, 1995)" (9)

D- "Da ciò che ricordo addirittura in Germania vengono arrestati e perseguiti anche gli avvocati della difesa se prendono posizione nel merito dell'argomento. (Vedere qui, ndolo)
Roba che nemmeno durante la santa inquisizione. La cosa scandalosa è che questa pesante violazione dei diritti fondamentali è taciuta da un velo omertoso in occidente" (10)

TN- <<Horst Mahler... 80 anni avvocato...condannato a 12 anni e 11 mesi (ridotti a dieci) perchè ha negato l'olocausto difendendo in aula un "negazionista".... incarcerato dal 25 febbraio 2009, durante la lettura del verdetto il giudice ha affermato che non è possibile "rieducare" Mahler.
La sua carcerazione è stata sospesa il 17 luglio 2015 dopo essere stato a due passi dalla morte a causa di una setticemia... seguita, il 14 luglio, dall'amputazione della gamba sinistra, il procuratore ha fatto appello contro questa decisione di "liberazione"... il 16 dicembre 2015 il Tribunale regionale superiore di Brandeburgo, presidiato dal giudice Gisela Thaeren-Daig ha cassato l'ordinanza di liberazione anticipata, stimando che Horst Mahler rappresentasse un grandissimo pericolo per la sicurezza dei Tedeschi a causa del suo "forsennato antisemitismo" e che dovesse continuare a scontare la sua condanna.
....i "democratici" dovrebbero impallidire... invece alzano le spalle... in fondo si tratta di un "negazionista", quindi: che marcisca e crepi in galera con una gamba sola, questo è ciò che si merita quel vecchio che si è permesso di "entrare nel merito" mentre difendeva un altro "negazionista">> (11)

M- "È una porcheria. Ma vale sono in una minima parte sei paesi del mondo. In realtà questa storia del martirio é un comodo alibi dietro il quale vi nascondete per spiegare il fatto che il negazionismo sia e sarà sempre un fenomeno di nicchia" (12)

D- "Francia, Austria, Germania, Polonia, Australia, Nuova Zelanda, Lituania, Olanda, Rep Ceca, Portogallo, Israele , Svizzera, Spagna, Romania, Slovacchia, Belgio, Svezia, Ungheria, Liechtstein, Lussemburgo
Tutti questi paesi prevedono leggi severe contro il revisionismo, fino a 10 anni di carcere e pesanti multe. In pratica tutto l'occidente. Ovviamente anche nei paesi dove non vi è un reato specifico esporre tesi e opinioni in tal senso porta al pubblico denigro, al rischio del posto di lavoro, e ad una sorta di caccia alle streghe allo stesso modo, basta pensare al nostro paese. In merito si sono espresse anche l'ONU e la UE spingendo all'approvazione di leggi repressive. 
Chiaro che non ci può essere nessun evento accertato storicamente se la storiografia non è libera, e con essa l'informazione e tutti i settori accessori" (13)
______________________________________________

Questo riportato è solo un esempio di una discussione, in essere, libera tra persone libere che si vorrebbe impedire avvenisse!...perchè lo vuole l'europa! Il minuscolo non è un errore.
I lettori interessati ad avere maggiori informazioni su tale legge liberticida trovano qui una serie di nostri posts che tracciano tutto il percorso parlamentare di tale legge e gli interventi pubblici a favore e contro l'approvazione.

Note
1) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1537.html#post15273433
2) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1538.html#post15273475
3) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1538.html#post15273558
4) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1538.html#post15273573
5) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1538.html#post15273583
6) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1538.html#post15273612
7) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273618
8) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273635
9) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273644
10) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273656
11) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273746
12) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1539.html#post15273837
13) https://forum.termometropolitico.it/189993-auschwitz-shoah-e-nazismo-1540.html#post15273885

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title: ...in sul calar della sera fin a notte inoltrata, riflessioni sulla democratica repressione della libertà di espressione
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2016-03-15
First posted on CODOH: Sept. 17, 2019, 11:08 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a