L'accoppiamento tra israeliana e palestinese...minaccia all' "identità ebraica" dello "stato ebraico"

Published: 2016-01-06

.

Israele vieta un libro sull'amore interrazziale

  (Articolo del 03-01-2016, a cura dello Staff di The New Observer) (1)
(Il "puri" della frase dell'immagine 0 è la base che regge tutta la chutzpah del caso del post )

 

 

 

 

Immagine 0, FT.L'ebrea pura frank anne! Click...
Immagine 0, FT.L'ebrea pura frank anne! Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 __________________________________________________________________________________________

Il Ministero dell'Educazione Israeliano ha di fatto censurato un libro che parlava di una vicenda interrazziale tra un Ebreo e un Gentile perché il governo dello stato ebraico afferma che il libro "minaccia l'identità ebraica" e non parla "del significato dell'incrocio di razze diverse" fra Ebrei e non Ebrei.

 

 

 

Immagine-1. Ministro israele, bennett naftali, matrimoni misti,identità ebraica. Click...
Immagine-1. matrimoni misti,identità ebraica. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Intanto però la israel-lobby  organizzata in America e in Europa, che sostiene fanaticamente Israele, chiede agli europei di accettare il miscuglio di razze e i matrimoni misti al fine di non essere "razzisti". Secondo un articolo sul quotidiano israeliano Haaretz, intitolato "Israele bandisce un romanzo a sfondo romantico arabo-ebraico dalle scuole per minaccia all'identità ebraica" (31 Dicembre 2015), il Ministero dell'Educazione israeliano ha escluso un romanzo (dal titolo "Gader Haya" cioè "vita al limite") che descrive una storia d'amore fra una donna israeliana ed un uomo palestinese.

 


Immagine-2. Matrimoni misti ebrei israele proibiti. Click...
Immagine-2. Matrimoni misti ebrei israele proibiti. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Una dichiarazione ufficiale rilasciata dal ministero diceva che il libro era stato censurato nelle scuole per via della "necessità di mantenere l'identità ed il retaggio culturale degli studenti in ogni settore" e che la "relazioni intime fra Ebrei e non Ebrei minaccia la nostra identità a parte". Il Ministero dell'Educazione ha aggiunto che "i giovani in età adolescenziale non hanno una visione sistemica che includa considerazioni protese a mantenere l'identità etnico-nazionale del popolo e l'importanza del miscuglio razziale".
Il libro parla di Liat, una traduttrice israeliana, e Hilmi, un artista palestinese che si sono incontrati ed innamorati a New York finché le loro strade non si dividono a seguito del ritorno di lei a Tel Aviv e quello di lui in Cisgiordania a Ramallah, dove le leggi razziali segregazioniste israeliane li obbligano a rimanere separati. La decisione di censurare il libro fu appoggiata dall'ufficio del Ministro dell'Educazione Naftali Bennett il quale dichiarò che "il ministro appoggia la decisione presa dagli esperti".

 

 

 

 

Immagine-3. Purezza del sangue ebraico. Click...
Immagine-3. Purezza del sangue ebraico. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

In un articolo a parte, l'articolista di Haaretz Alon Idan, ammise apertamente che la ragione per la quale il libro fu censurato era legata al "mantenimento della purezza del sangue" di Israele.
Alon disse che la decisione significava semplicemente che ad "Ebrei e Arabi è proibito avere rapporti sessuali tra di loro; ad Ebrei e Arabi è proibito amarsi; ad Ebrei e Arabi è proibito sposarsi tra loro; ad Ebrei e Arabi è proibito formare nuclei famigliari; ad Ebrei e Arabi è proibito vivere insieme". A nessuno con la mente lucida verrebbe in mente di mettere in discussione il diritto degli Ebrei di mantenere la loro identità nel loro proprio paese.
Però la lobby ebraica organizzata in America ed in Europa, una delle più forti sostenitrici di Israele, chiede agli Europei che adottino una politica esattamente all'opposto di quella che sostiene nello stato ebraico.

 

 

 

 

 

Immagine-4. adl matrimoni misti. Click...
Immagine-4. adl matrimoni misti. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

La Anti-Defamation-League (ADL), ad esempio, che si definisce "la principale organizzazione mondiale che combatte l'antisemitismo tramite programmi e servizi che contrastano l'odio, il pregiudizio e l'intolleranza", nel suo sito web ha una sezione intera dedicata con orgoglio al ruolo ebraico nello smantellare il concetto razziale e quello dei matrimoni misti in America.
Ad esempio, un comunicato stampa dell'ADL del Marzo 2015, che promuove il matrimonio omosessuale (un qualcosa che in Israele è illegale), dal titolo: "l'ADL sollecita la Corte Suprema a cancellare i divieti di stato sul matrimonio", cita Christopher Wolf, presidente per i Diritti Civili dell'ADL, per aver affermato che "i divieti sul matrimonio incorporano incostituzionalmente in una legge una particolare visione religiosa del matrimonio".

 

 

 

 

Immagine-5.Matrimoni misti ADL. Click...
Immagine-5. Matrimoni misti ADL. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

L'ADL cita anche Deborah M. Lauter, Direttrice dei Diritti Civile presso la ADL, per aver detto che "le leggi discriminatorie che colpiscono gruppi svantaggiati sono state per lungo tempo giustificate da disapprovazione morale e religiosa, ma più volte la Suprema Corte ha rigettato questi argomenti. La Corte non deve fare che portare alla giusta conclusione le sue decisioni di porre fine alla schiavitù, alla segregazione, ai divieti sui matrimoni interrazziali e alle leggi che restringono il ruolo delle donne nella vita pubblica".
A questa richiesta della ADL si aggiunse il Comitato Ebraico-Americano; Piega l'Arco (un'associazione ebraica per la giustizia); la Conferenza Centrale dei Rabbini Americani e le Donne del Giudaismo della Riforma; l'Istituto di Giustizia Globale; Hadassah (l'organizzazione delle donne sioniste d'America), la Rete Ebraica di Azione Politico-Sociale (JSPAN); Keshet (Associazione per la difesa dei diritti LGBT); il Consiglio Nazionale delle Donne Ebree; Nehirim; Collegio Rabbinico di Riforma e Comunità Riformiste Ebraiche; Società per il Giudaimso Umanistico; T'ruah (Rabbini per i Diritti Umani del Nord America; Lega Femminile per il Giudaismo Conservatore.

 

 

 

 

Immagine-6- Matrimoni misti adl. Click...
Immagine-6- Matrimoni misti adl. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Inoltre all'ADL si aggiunse una schiera di organizzazioni Cristiane, Asiatiche e Sikh, ma nessuna di loro fu ipocrita sulla sua posizione pubblica, al contrario dei gruppi ebraici  sostenitori di Israele.

La ADL ha una sezione speciale nel suo sito web dedicata a spiegare ai suoi sostenitori come difendere Israele. Titolo: "Israele: una Guida per Attivisti". La pagina dell'ADL fornisce istruzioni dettagliate su ogni aspetto dello stato ebraico e come rispondere alle accuse contro di lui.
Inoltre la ADL, e tutte le altre organizzazioni ebraiche, organizzano visite in Israele, si impegnano a fare lobby per conto dello stato ebraico e si assicurano che i media da esse controllati non pubblichino mai cose negative sulle manipolazioni politiche ebraiche o sul loro controllo dei governi occidentali. E' chiaro che gli Ebrei sanno e capiscono perfettamente i principi della razza ed il bisogno di conservare l'omogeneità razziale al fine di mantenere l'identità culturale ebraica. In Israele, questa conoscenza assume effetto pratico nel proibire i matrimoni misti, la messa al bando dell'immigrazione non ebraica, la segregazione razziale nelle scuole e nelle aree di residenza, e come loro ultimo obiettivo: uno Stato a parte solamente ebraico.
Invece, in America, Europa e in qualunque altra parte dove vi sono molti europei, la lobby ebraica sostenitrice di Israele promuove attivamente politiche che sono diametralmente opposte a quelle messe in atto dal loro Stato.

 

 

 

 

 

Immagine-7. Matrimoni misti, israele, ebrei, fonte articolo. Click...
Immagine-7. Matrimoni misti, israele, ebrei, fonte articolo. Click...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I fatti sono inevitabili: la lobby ebraica sa benissimo che il miscuglio di razze ed i matrimoni misti porterebbero alla distruzione dell'identità ebraica e dello Stato-Nazione ebraico.
Quindi sanno anche che il promuovere il miscuglio di razze e i matrimoni misti fra i non Ebrei porterà alla distruzione dell'identità europea e alla distruzione degli Stati-Nazione europei.
L'ipocrisia è troppo ovvia per essere casuale: può essere soltanto la conseguenza di una consapevole e deliberata decisione mirata alla distruzione dei non Ebrei. (2)

Note
1) Fonte originale: http://newobserveronline.com/israel-bans-interracial-marriage-book/
La notizia è riportata in Italiano da ben poche fonti, non ne è stata trovata traccia  sui siti sionisti, di seguito un indirizzo: http://www.ilmessaggero.it/primo_piano/esteri/israele_vietata_scuola_lettura_libro_amore_ebrea_palestinese-1456251.html
2) La traduzione è a cura di Gian Franco Spotti

____________________________________________________________________________________________

____Appendice di Olodogma sugli amori misti___

 

 

 

 

Immagine-, FT. rabbino hertz, contro i matrimoni misti ebrei-gentili-goyim,1945,Londra. Click...
Immagine-8, FT. rabbino hertz, contro i matrimoni misti ebrei-gentili-goyim,1945, Londra. Click...
L'argome
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
nto matrimoni misti e l'"ossessione" da matrimonio misto sono ricorrenti, in certi "eletti" ambienti; per nulla, anzi totalmente assenti, tra gli "esseri umani" (AVVISO per i  minus habentes veri shabbat-Goyim dell'inquisizione: tale dizione è presa a prestito da un soggetto supersionista, si veda qui) democraticamente catechizzati, dediti agli accoppiamenti più svariati.
L'"ossessione" da matrimonio misto è pari all'altra "ossessione" standard, quella dell'assimilazione.
Diamo due esempi, uno  molto datato (vedere immagine-8) ed uno datato 24 aprile 2015, del rabbino di segni riccardo che afferma...

...<< L’ebraismo è un progetto educativo; esso si deve trasmettere perché abbia veramente senso. Per questo il matrimonio misto – a meno che il partner non ebreo accolga (capiamo "si converta", ndolo) il progetto educativo ebraico – costituisce un problema... perché, a livello pratico, mette a rischio questa trasmissione che è la continuità... che permette di portare avanti la propria diversità, soprattutto in mezzo agli altri. Sollecitare il matrimonio misto significherebbe quindi aspirare a una società abitata un giorno non tanto da persone, culture e religioni diverse – come giusto che sia – ma da tutti uguali>>...
(Fonte: http://moked.it/blog/2015/04/24/matrimoni-misti/)

Ciò che ci pare evidente è che l'"ebraismo" è formato da "ebrei", "ebrei" che nessuno sa cosa siano! Il non problema identificativo non è nostro bensì di autorevoli soggetti...

a)...“spicca per arroganza Anna Foa che crede di poter stabilire dopo millenni di discussione su “chi è ebreo”” ! (a)
b)…”for decades,we have futilely dealt with the question of who is a jew. Now the question of what is jewish will not go away. What is the state of the jewish nation?… (b) 
c)…”Il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Renzo Gattegna…inaugurando i lavori del Moked 5774…domande… “Chi è  ebreo? Cosa significa essere ebrei?” gli interrogativi su cui Gattegna ha invitato il pubblico a riflettere, ricordando il dibattito in Israele“…(c)
d) L’ebreo Gideon Levy sul giornale ebraico haaretz del 10.10.10 …”For decades, we have futilely dealt with the question of who is a Jew”…”What is Jewish?” ( Per decenni, abbiamo inutilmente affrontato la questione di chi è un Ebreo…Che cosa è ebreo? )…(d)
e) L’ebreo finzi alessandro, su shalom.it si chiede…”Chi può dirsi ebreo?“(e)

anche dopo ciò si continua a blaterare fino all'assurda, ma tremendamente ONESTA,  ammissione dell'ebreo Allan Stewart Königsberg...

«Dio non esiste, comunque noi siamo il suo popolo eletto»(f)

Fonti

(a) Fonte nirenstein fiamma,Roma, martedì 12 febbraio 2013 : http://www.fiammanirenstein.com/articoli.asp?Categoria=6&Id=3101
(b) Fonte l’ebreo levy gideon | Oct. 10, 2010 | http://www.haaretz.com/print-edition/opinion/the-jewish-republic-of-israel-1.318135
(c) Fonte: http://davi-luciano.myblog.it/archive/2012/12/07/antisemitismo-e-un-trucco-lo-usiamo-sempre.html
(d) Fonte http://www.haaretz.com/print-edition/opinion/the-jewish-republic-of-israel-1.318135
(e) Fonte http://www.shalom.it/_flip/2013_05/ ,shalom,maggio2013
(f) Il regista ebreo allen woody. Fonte:  Elena Loewenthal, Un'aringa in paradiso. Enciclopedia della risata ebraica, Einaudi. (Paperblog, 21 giugno 2011). Copia da: http://www.ilvangelo-israele.it/indexgiu11.html

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title:
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2016-01-06
First posted on CODOH: June 23, 2019, 5:15 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a