Panico nel sionismo del ghetto di Palestina per l'amnesia olocau$tica dell’Europa!

Published: 2014-02-26

.

Avvisi e "pizzini" tra "gentiluomini" olocau$to-sterminazionisti

kosher_nostra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…”Tutti gli Stati dell’UE devono vietare il negazionismo…
…Tutti gli Stati membri dell’UE dovrebbero rendere obbligatorio lo studio dell’Olocausto” … (Arsen Ostrovsky) .

La comunità sionista nel panico. Ecco tradotto MOLTO e troppo rapidamente, il secondo articolo del 20 febbraio, di cui abbiamo parlato nel messaggio precedente. Non mancate la fine!

___________________________________________________________

L’amnesia olocaustica dell’Europa

di Michael Freund

 

!olocausto_ebrei_cane_europa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Chi è freund michael: fondatore e presidente di shavei israel,giornalista per il  Jerusalem Post, ex vice direttore della comunicazione e pianificazione politica del primo ministro netanyahu benjamin)

La settimana scorsa, il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, è salito sul podio alla Knesset, a Gerusalemme, e non solo è riuscito a ridicolizzare se stesso, ma anche a ridicolizzare il continente che rappresenta. Esprimendosi nella sua lingua madre,quella tedesca,

( c'entra nulla o tantissimo, a scelta individuale...riportiamo una frase dal "Diario" dell'ebrea frank anne, o chi per lei , riguardo alla lingua tedesca definita estranea alle "lingue civili"! )

 

anna,frank,tedesco,lingua,non,civile,il diario di

 

 

 

 

Schulz ha approfittato dell’occasione per prendersela con Israele e rimproverargli la sua politica nei confronti della Giudea, della Samaria e Gaza, provocando l’uscita di diversi ministri e parlamentari del governo israeliano in segno di protesta. Ripetendo scioccamente le false statistiche diffuse sulla differenza che c’è tra gli ebrei e i Palestinesi per la distribuzione dell’acqua, Schulz involontariamente ha dimostrato che i responsabili politici europei sono abbastanza anti-israele da credere a qualsiasi proposito che dipinga lo Stato ebreo sotto un aspetto sfavorevole.

Ha inoltre, mostrato i vestigi dell’antisemitismo medioevale che continuano a influenzare i comportamenti di numerosi responsabili europei nei riguardi di Israele. Come sottolineato, più di sette decenni fa, dal rimpianto Joshua Trachtenberg, nella sua opera principale, The Devil and the Jews: The Medieval Conception of the Jew and Its Relation to Modern Anti-Semitism  (Il diavolo e gli ebrei : La concezione medioevale dell’ebreo e il suo rapporto con l’antisemitismo moderno), molti europei hanno convinzioni profondamente radicate e odiose, dei vicini ebrei, compreso il fatto che essi avvelenino i pozzi. Ora, per una deformazione moderna di questa concezione, gli Europei sembrano pensare che, piuttosto di inquinare i pozzi, gli ebrei ormai li monopolizzino.

ebrei_israele_muro_apartheid_nethanyau

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il potere della menzogna

Come notato da Trachtenberg, “la menzogna è un’arma più potente, quando è abilmente maneggiata, di una verità pura e semplice [Non saranno i revisionisti a dire il contrario … -Olodogma]. Poiché la menzogna può essere modellata affinché corrisponda alla “volontà di credere”; la verità è meno malleabile”. L’affare Schultz, se si paragona ad altri recenti incidenti implicanti un’ostilità dell’Europa verso Israele, dimostra ugualmente che un cambiamento significativo si sta operando nel rapporto tra il continente e lo Stato ebreo. All’inizio di questo mese, il presidente del parlamento danese ha scelto di visitare l’Autorità palestinese a Ramallah e il regime di Hamas a Gaza, ma ha francamente ignorato Israele, cosa che può essere qualificata solo come un’insolente umiliazione. Invece di essere al fianco dell’ Israele democratico, la Danimarca democratica sembra preferire la compagnia dei delinquenti di Hamas e dei plutocrati dell’OLP. Altro segno della duplicità crescente europea, due istituzioni finanziarie, più importanti d’Europa del nord, la Nordea Bank svedese e la Danske bank norvegese hanno annunciato il boicottaggio dei loro omologhi israeliani perché operanti in “territori occupati”. Assistiamo ad una tendenza tanto pericolosa quanto incresciosa :

solo sette decenni dopo aver massacrato i suoi ebrei, l’Europa sta liberandosi dal suo senso di colpa e dalla sua responsabilità storica...

(l'ebreo dimentica di scrivere IMMOTIVATO prima di "senso di colpa!)

Ora che l’Olocausto sfuma nella memoria dei popoli, gli europei si sentono più liberi di prima, di fustigare Israele e di trattarlo con un’ipocrisia da togliere il fiato.

( Interessante l'uso del termine "liberi"..."Europeans feel freer than before"... il che da il valore esatto che... PRIMA... NON ERANO LIBERI! Quindi servi, quantomeno!... anche schiavi se si vuole, non era mai stato detto così chiaramente! )

Inoltre quest’evoluzione ha permesso la riapparizione, ancora una volta, di vecchi odi, provocando una nuova e spaventosa ondata di antisemitismo attraverso il continente. Certo, l’Europa li ha anticipati designando il 27 gennaio come Giornata internazionale della commemorazione dell’Olocausto. Ma ci sono segni che mostrano come anche questa commemorazione annuale sia spoglia di ogni elemento ebreo. Nella sua dichiarazione ufficiale in occasione di questa Giornata, il capo della politica straniera dell’unione Europea, Catherine Ashton, ha omesso ogni accenno sulle vittime ebree, limitandosi ad invitare le persone a “vigilare sui pericoli dei discorsi di odio e a raddoppiare l’impegno a impedire ogni forma d’intolleranza”. Possiamo immaginare di pubblicare una dichiarazione sull’Olocausto e omettere di citare le sacre sei milioni di anime ebree che sono morte in quell’inferno?

Non è negazionismo – è amnesia olocaustica.

Coscientemente o no, l’Europa dimentica il passato recente, mettendo da parte il genocidio e facendo salire la pressione contro Israele e il popolo ebreo.

(Su alcuni miti senza valore storico si vedano  il links a seguire e l'intervento del Dott. Gianantonio Valli http://olodogma.com/wordpress/2013/06/27/0285-giuseppe-flavio-guerra-giudaica/ )- ( http://olodogma.com/wordpress/2013/03/29/0139-vi-le-valenze-dellolocausto-in-holocaustica-religio-psicosi-ebraica-progetto-mondialista-cosmico-religiosa/ )

E’ per questo che è importante che si prendano delle misure per ricordare all’Europa che il suo debito verso il nostro popolo è eterno.

Di conseguenza, non hanno il diritto di darci lezioni di morale o di buone maniere. Non è una questione di politica o di strategia, è una questione di giustizia storica.

(Le frasi sopra riportate sono molto indicative dello stato di ansia, isteria, psicosi dello sterminazionismo sionista. Questo soggetto dal ghetto ebraico di Palestina ORDINA all’Europa ! Detta le disposizioni!  Evidentemente sa che in Europa ci sono orecchia disposte “naturalmente” a ricevere ordini ed ubbidire, gli shabbat goyim…solo che non ha fatto i conti con la realtà!… il revisionismo ha imbibito ampi settori della popolazione, anche se apertamente non viene manifestato, ma a Parigi qualche giorno fa , il 26 Gennaio 2014 in piazza, decine di migliaia di Europei hanno pubblicamente urlato…”Faurisson ha ragione: le camere a gas sono un bidone“… “Juif, la France n’est pas a toi!” … ( ebreo la Francia non è tua) ! La credibilità dell’olocau$to vacilla paurosamente!)

 Devono sì, devono!

tenersi strettamente affianco a Israele nella sua lotta contro quelli che cercano la nostra eliminazione. Quindi, anche se non è la cosa più diplomatica da fare, Israele deve inviare all’Europa un messaggio chiaro e semplice : settant’anni dopo aver tentato di distruggerci, gli europei, non possono e non devono osare, favorire i nemici di Israele.

(In effetti l'ebreo ha ragione! TUTTI gli stati d'Europa dal 1945 hanno adottato la religione dell'olocau$to di 6.000.000 di ebrei, l'hanno inculcata nelle teste di miliardi di Europei, trasformato il preteso gaskemmerizzato nel nuovo Cristo da adorare, pagato cifre stratosferiche, non dovute, come tassa olocau$tica al sionismo ed ora i cani reclamano qualche centimetro di catena in più? Ma sono impazziti! ... diamo loro un "chiaro e semplice" ordine... a cuccia e buoni!...altrimenti chiamo il gigante scemo yankee!)

Fonte primaria http://www.jewishpress.com/indepth/columns/fundamentally-freund/europes-holocaust-amnesia/2014/02/20/

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title:
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2014-02-26
First posted on CODOH: March 21, 2018, 8:28 a.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a