Il semitico è un gruppo linguistico, non razziale o etnico

Published: 2013-08-10

$$$_ victor hugo,ebreo che mente

Pubblichiamo un testo di sam hamod, ebreo. Lo scopo è quello di dimostrare ai minus habentes, che incidentalmente entrano in questo blog, o ai tossicolodipendenti irrecuperabili, il generale travisamento ( voluto e creato ) del termine "antisemita", usato-abusato in chiave treccartesca da scaltri borseggiatori della credulità dei "Goyim", "gentili", non ebrei. Essenzialmente, oggi, l'"accusa di antisemitismo" è funzionale allo sfruttamento dei vantaggi senza limiti del legame male assoluto=antisemitismo=camere a gas ! La figura dell'"antisemita" per eccellenza (il male assoluto Adolf Hitler)  sfruttata per inibire ogni critica alla politica criminale, genocida, di apartheid, dell'avariato, da componenti immiscibili tra loro, minestrone "etnico" , del ghetto teocratico ebraico di Palestina. Olodogma.

***

Quello tradotto è un articolo che riassume nelle linee essenziali l'uso corretto del termine "antisemita".
Se si dice anti-semita, tutti pensano anti-ebreo o anti-isreliano.
E questo è il risultato del lavoro tenace di propaganda al quale siamo stati sottoposti:
la creazione del mito "solo gli Ebrei sono Semiti".

di Sam Hamod, Ph.D.

Uno dei miti che sono stati perpetrati nel mondo è quello che recita: solo gli Ebrei sono semitiQuesto non è affatto vero. Ma nonostante ciò la ADL (Lega anti-diffamazione) si è arricchita grazie a donazioni, convincendo i media e la gente a credere a questa falsità.
Se uno indaga circa l'origine della parola, scopre che essa ha a che fare con un gruppo linguistico e niente di più.
Le lingue semitiche sono, secondo i più esperti linguisti,
l'Amarico (parlato in Etiopia e Eritrea, terre una volta conosciute con il nome di Abissinia),
l'Arabo (parlato in tutti i paesi arabi e in molti paesi musulmani, in quanto lingua del Corano),
l'Aramaico (parlato principalmente dai Caldei dell'Iraq e da alcuni Cristiani Cattolici e Maroniti nel mondo, almeno nelle loro funzioni religiose) e
il Siriaco (parlato in alcune regioni della Siria e del Medio Oriente).
Incidentalmente, secondo la maggior parte dei linguisti, Abramo, il padre degli Ebrei e degli Arabi, parlava Aramaico, lingua di quei luoghi in quei tempi (e non l'ebraico).

Gli attuali Ebrei (geneticamente Ebrei) nacquero nel Medio Oriente e sono conosciuti come Ebrei Sefarditi, che parlavano una lingua semitica, l'Ebraico, fin dalla loro comparsa, ma parlavano anche Aramaico, Arabo, e Amarico a seconda della loro localizzazione, a Gerusalemme o in altre città del Medio oriente.
Così, definire antisemita una persona che è critica di Israele, dei Sionisti e del Sionismo, è un semplice non senso.
Tale persona è semplicemente critica di Israele e dei sionisti.
Allo stesso modo, se una persona parla contro gli Arabi, può essere definita anti-Araba ma non è antisemita.
In entrambi i casi, la persona può essere anti-sionista o razzista o anti-Ebrea o anti-Araba, ma tale persona non può essere chiamata mai ANTI-SEMITA.
L'abuso del termine ha raggiunto recentemente nuove vette, quando alcuni Sionisti presenti nei media americani hanno cominciato a dire che Robert Novak, lui stesso ebreo, era anti-semita.
Prima di tutto, la maggior parte degli Ebrei Askenaziti, nati e cresciuti in America, come Paul Wolfowitz, Richard Perle e Feith, non sono neppure ebrei dal punto di vista genetico in quanto discendenti da tribù slave conosciute come Kazari che si convertirono al Giudaismo, la cui lingua nativa era lo Slavo e la cui prima lingua in America fu l'Inglese, come è appunto il caso di Robert Novak. Non dico che tutti gli Askenaziti non sono ebrei, ma il modo come alcuni di loro si comportano non è il modo con cui Mosè portò il Giudaismo da Dio attraverso la Torah. Uno non deve far altro che guardare alle persone che odiano e che sono guerrafondai, presenti nella cerchia di Bush. Come ha detto un rabbino mio amico, Shmuel Handelman "Essi possono anche chiamarsi Ebrei, ma io dubito che lo siano, e se lo sono, io dico che sono peggio di quanto possa esserlo una cattiva persona".
In ogni caso, Novak è intelligente e educato abbastanza da sapere la differenza tra Ebreo, Sionista e Semitico!
Un eccellente libro per capire questa problematica è quello di Arthur Koestler (lui stesso Askenazito), "La Tredicesima Tribù". La ADL ha attaccato e continua ad attaccare questo libro, che è difficilissimo da trovare. Il libro non è una condanna degli Askenaziti e delle loro intenzioni di convertirsi al Giudaismo, ma piuttosto vi si sostiene che non hanno in loro abbastanza DNA per avere gli stessi sentimenti riguardo il Giudaismo e la vita in Medio Oriente, che invece hanno gli Ebrei geneticamente Sefarditi.
Sfortunatamente, il cattivo uso dell'appellativo anti-semita e delle sue conseguenze è tale che perfino presidenti, senatori, uomini del congresso, personaggi importanti dei media, ecc. rabbrividiscono all'idea di essere appellati "anti-semiti" da qualche Sionista o Israeliano o da gruppi sociali, dell'informazione e religiosi, chiaramente ignoranti.
Mi sto riferendo a quei gruppi e individui che appellano le persone, (qualche volta rovinandone la reputazione, gli affari, fino ad attentare alla loro vita stessa) con la parola "anti-semita", se hanno espresso opinioni contro Israele (che non è uno stato semitico) o contro i Sionisti (un gruppo politico, composto non esclusivamente da Ebrei e che non ha niente a che fare con il Semitico).
Finchè noi non ripuliamo la nostra lingua e non fermiamo l'uso incorretto di questo appellativo, messo in atto da gente senza scrupoli e con ambizioni politiche, rimarremo vittime del cattivo uso di una categoria linguistica legittima, abusato per il beneficio di pochi.

Sam Hamod, 27/06/03

Fonte:

http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=780

_________________________________

 


Additional information about this document
Property Value
Author(s): Olodogma
Title:
Sources:
n/a
Contributions:
n/a
Published: 2013-08-10
First posted on CODOH: Oct. 4, 2017, 4:50 p.m.
Last revision:
n/a
Comments:
n/a
Appears In:
Mirrors:
Download:
n/a